I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

pubbliredazionale NATURA PAESAGGI

Altipiani di Arcinazzo, frescura alpina e gastronomia

Altipiani di Arcinazzo - Ragazza A Cavallo sugli altipiani di Arcinazzo
Articolo promozionale

Altipiani di Arcinazzo per una gita? Perché no? Alla ricerca del fresco. Ci troviamo a cavallo tra la provincia di Frosinone e Roma; tra i territori dei comuni di Arcinazzo Romano, Trevi nel Lazio e Piglio.

Altipiani di Arcinazzo - Tre Cavalli sugli altipiani

Siamo su un altipiano dall’aspetto tipicamente alpino; a pochi km dalle piste da sci.

Altipiani di Arcinazzo

La vegetazione è caratterizzata da una grossa quantità di abeti piantati negli anni 50’ dal biologo Sir Walter Becker; che hanno definito un tipico paesaggio alpino per il quale si contraddistingue l’area. Tuttavia, nelle quote più basse il paesaggio torna ad essere quello dell’Appennino calcareo; che presenta boschi di querce. Mentre sopra quota 800-1000 metri, sono presenti fitti boschi di lecci e faggi.

Altipiani di Arcinazzo - Prato fiorito

In primavera e in estate gli altipiani esplodono di colori e di profumi grazie alla presenza dei numerosi fiori come; l’orchidea appenninica, l’anemone giallo, il giglio rosso e il cardo. La fauna presente nel territorio è caratterizzata da lupi, cinghiali, cervi, istrici, scoiattoli, tassi, ricci, volpi, picchi verdi, cornacchie, civette, ghiandaie e aquile poiane. L’area offre hotel, residence, ristoranti, negozi, bar; ma anche un centro equestre incastonato con la bellezza naturale e intatta del paesaggio. I prodotti tipici locali poi, sono genuini e imperdibili.

Altipiani di Arcinazzo e la villa di Traiano

Lassù, i ritmi sono rallentati, mescolandosi immediatamente alla grande ricchezza naturale del territorio circostante. Chi cerca un contatto intimo con la natura, passeggiando tra i sentieri tra gli alberi, troverà quello tutto quello che desidera. Tra i boschi e i prati, si respira a due passi dalle città vicine, il fascino un po’ selvaggio di un luogo che, fin dall’epoca romana, ha entusiasmato grandi personalità.

Altipiani di Arcinazzo - Volpe tipica dell'appennino

Fin dall’antichità, i romani si spostavano in queste terre alla ricerca di frescura e tranquillità. Al riguardo, tra i luoghi di interesse vi sono i resti della Villa di Traiano; ma anche  la cascata e l’Arco di Trevi, la torre medievale di Narzio e le rovine di un castello. Inoltre vi sono delle grotte che un tempo ospitarono i briganti e anche gli sfollate durante il secondo conflitto mondiale. Alcuni dicono che sugli Altipiani di Arcinazzo ci siano i prati più profumati mai trovati!

Torre medievale di Narzio

Il profumo della verbena, dell’elitropo salgono a ondate, quasi stordendo chi passeggia. Dopotutto l’area vanta un grande patrimonio naturalistico, ma anche culturale; inoltre dispone di servizi d’accoglienza rinomati che la rendono una località che tanti prediligono e scelgono.

tagliatore di affettati - Prosciutto tagliato a mano

Davvero straordinaria è la natura con l’antico fiume Aniene nel suo percorso fino a Comunacqua. Poi si può scendere a Piglio, alla scoperta delle cantine del rinomato vino Cesanese. Inoltre, nei dintorni si possono visitare i Monasteri Benedettini, tutti i paesini di Arcinazzo Romano e di Affile, di Trevi nel Lazio, e scoprire la bellezza del castello. L’altitudine si sa, stimola l’appetito, e allora possiamo lasciarci andare con la pasta fatta in casa, specie i tagliolini di selva, gli gnocchitti e le patacche; tipiche fettuccine di Piglio. Inoltre con il fresco perché non assaggiare la polenta, insaporita con i gustosi sughi fatti con carni locali o il tartufo, sempre della zona.

Vino Cesanese

In questa zona il bestiame allevato nei pascoli circostanti, soprattutto quelle di capra e pecora. Saporiti sono anche i formaggi, per non parlare dei salumi artigianali. E infine abbiamo il Cesanese” è un vitigno rosso tra i più importanti del Lazio. Il vino della DOCG Cesanese del Piglio, si presenta con colore rosso rubino con riflessi violacei e un sapore secco, morbido e leggermente amarognolo. Infine la posizione geografica, rende gli Altipiani di Arcinazzo raggiungibili sia con l’autostrada per L’Aquila A24; passando per Subiaco SR411 Sublacense, sia con l’autostrada per Napoli A1, uscita Valmontone-Piglio o Anagni-Fiuggi. Poco più di un’ora da Roma insomma.

Altipiani di Arcinazzo, frescura alpina e gastronomia ultima modifica: 2020-08-24T07:00:00+02:00 da simona aiuti
To Top