I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

NEWS QUARTIERI

Città in video, 200 telecamere in arrivo

Città in video - Varie Camere allestite

Città in video; un progetto che coinvolgerà anche la città di Frosinone. Sono quindi in arrivo altre 200 telecamere e fototrappole; che “invaderanno” tutta la città. Si andranno ad unire alle telecamere già installate da tempo.

Città in video

Orbene, la giunta comunale, nell’ultima seduta settimanale; ha approvato la partecipazione alla richiesta di finanziamento del decreto emanato dal Ministro dell’Interno. La decisione è collegata al progetto; del Ministro dell’Economia e delle Finanze. Lo scopo è quello d’implementare ulteriormente il sistema di videosorveglianza globale territoriale; denominato appunto “Città in video”.

Città in video - Telecamere collegate a video registratore

Il progetto, voluto dall’amministrazione comunale; è coordinato dal responsabile del Ced, ing. Sandro Ricci. Esso prevede l’utilizzo di strumenti di videosorveglianza; acquisizione e gestione delle informazioni. Tutto al fine di valorizzare al massimo il profilo della prevenzione; e della deterrenza. Purtroppo attualmente nel territorio ci cono alcune criticità. Sia nella sicurezza non percepita ancora appieno da molti cittadini; sia riguardo atti di vandalismo e abbandono di rifiuti in modo sconsiderato. La sicurezza collettiva, anche in passato ha beneficiato; delle immagini raccolte dai dispositivi elettronici nel circuito cittadino.

Città in video e 200 telecamere in arrivo

Al riguardo, gli uffici comunali hanno, infatti, fornito, già nei mesi scorsi; utili strumenti di indagine alle Forze dell’Ordine. Le quali, regolarmente, procedono all’acquisizione dei filmati; e delle videoregistrazioni. Solo così e dando ancora un bel giro di vite; si può e si potrà meglio prevenire, la commissione di reati. O come spesso accaduto; per fornire validi strumenti probatori all’Autorità giudiziaria.

Città in video - Camere Su Telefono in collegamento

Come in passato, l’amministrazione comunale frusinate: è intenzionata a continuare a promuovere diverse attività. Esse sono volte a favorire il monitoraggio esteso e globale del territorio; per prevenire e contrastare i reati. Allo stato attuale, con l’eventuale finanziamento del progetto; si intende, così, integrare la rete di videosorveglianza già esistente. Implementando la copertura di tutte le aree verdi; ed i percorsi ciclo-pedonali sul territorio. Inoltre, nella medesima seduta, la giunta ha approvato anche la delibera relativa alla partecipazione all’Avviso Pubblico della Regione Lazio; per la concessione di altri contributi.

Deposito abusivo di rifiuti

Parliamo quindi di altri contributi in conto capitale; sempre per il progetto “Città in Video”. Nello specifico, lo scopo della richiesta; è integrare l’attuale rete di videosorveglianza già esistente. in particolare nell’area nord-ovest industriale-commerciale-aeroportuale. Parliamo di aree in cui c’è molto verde; archeologia industriale, quindi aree periferiche, che possono scivolare facilmente nel degrado.

Città in video - Video camera

Nondimeno, non si esclude di aggiungere altre zone; che dovessero essere colpite dal fenomeno del deposito abusivo di rifiuti. Oppure zone segnalate; perché soggette ad episodi di criminalità e degrado. Per incrementare e rendere maggiormente incisive; le azioni di monitoraggio. Infine, l’obiettivo dell’amministrazione; è di attivare forme di collaborazione con amministrazioni comunali confinanti. Non dimentichiamo che la Ciociaria è capillarmente costituita da novantuno paesi. Essi devono essere interconnessi; per scongiurare la criminalità a qualunque livello. Già in passato, si è attuato questa strategia, con l’associazione temporanea tra comuni di scopo, realizzata con Arnara; ed con gli enti interessati.

Fototrappole

Dunque, con il progetto “Città in video”, introdotto dall’amministrazione attuale, in passato, sull’intera città di Frosinone; sono già state installate oltre 500 telecamere. A queste andranno ad aggiungersi ulteriori 200 dispositivi; non tutti segnalati, nel centro urbano e in periferia. Ciò infine conferma così, la percentuale più alta in tutta Italia per rapporto tra sistemi di sicurezza e numero di abitanti di un comune.

fonte foto: pngfly.com

Città in video, 200 telecamere in arrivo ultima modifica: 2020-09-14T07:45:54+02:00 da Redazione
To Top