CIBO TRADIZIONI

Dolci ciociari pasquali della tradizione frusinate

dolci ciociari pasquali - La Pupazza ciociara

Dolci ciociari pasquali in arrivo! La pupazza ciociara e chi non la conosce? Quante bimbe nelle campagne hanno avuto una nonna che ha fatto une bella pupazza per loro? Il nome particolare di questo dolce deriva dalla sua forma di bambola con in grembo un uovo; simbolo di Resurrezione e di vita, goloso gioco per le bambine.

Dolci Ciociari Pasquali - immagine di una tipica colazione di Pasqual

La ricetta viene dalla tradizione della campagna del basso Lazio, con delle variazioni a seconda della zona. Per impastare due forme di pupazza ciociara, occorrono mezzo litro di latte, mezzo bicchiere d’olio extravergine di oliva, un po’ di vino bianco; servono almeno una dozzina di uova, due cubetti di lievito di birra, e due pacchi di farina, mezzo chilo di zucchero, del limone grattugiato. Inoltre occorre dell’arancia grattugiata, confettini, confetti e dei chicchi di caffè.

La pupazza ciociara

Per la pupazza ciociara, si devono impastare otto uova e un tuorlo, lasciando da parte l’albume e aggiungere del sale, ottenendo un impasto omogeneo. Poi dovrete re impastare, dividendo l’impasto in due. Bisogna far lievitare in forno tiepido in due terrine per tre ore almeno.

dolci ciociari pasquali - Dolci Pasquali in primo piano

Solo dopo si può modellare l’impasto, creando la pupazza ciociara, usando i confetti e chicchi di caffè per delineare il viso. Metteremo poi un uovo al centro della bambolina, coprendo con la pasta, spennellando con l’albume messo da parte, cospargendo di confettini.

dolci ciociari pasquali - foto di dolce tagliato

La pupazza dovrà lievitare ancora a forno tiepido per un’oretta e poi si cuoce a centocinquanta gradi per mezzoretta. Tra i dolci ciociari di Pasqua, la pupazza in Ciociaria non deve mancare!

La Casata di Pontecorvo tra i dolci ciociari pasquali

Nota è anche la “Casata di Pontecorvo”, un dolce molto particolare, con uova, sale, formaggio di pecora, cannella, cedro e cioccolato fondente. La Casata di Pontecorvo, tagliata mostra tre strati di tre colori diversi, ovvero il giallo dell’uovo, il bianco del formaggio e il marrone del cioccolato.

dolci ciociari pasquali - Torta appena sfornata

fonte Wikipedia

Viene preparata sempre per le festività pasquali, e il suo nome deriva dall’ingrediente base: “lu case” cioè il formaggio. La tradizione contadina fa risalire la sua creazione in occasione della visita di un Papa, essendo stata Pontecorvo una importante enclave pontificia; probabilmente non è un caso che i colori del dolce riproducano, nella ricetta originaria, proprio il bianco e il giallo della bandiera pontificia.

Il tortero di Piglio

Il Tortero di Piglio è una sorta di panettone (almeno per quanto riguarda il tipo di lievitazione), non molto dolce e condito con semi di anice ed è il tipico dolce pasquale di Piglio; la cui lievitazione naturale ed ottimale in passato impegnava per molti giorni.

dolci ciociari pasquali - immagine di pigna in primo piano

Tutti gli ingredienti dovevano essere resi tiepidi in abitazioni prive di ogni riscaldamento, ad eccezione del camino.

Torta pasqualina tra i dolci ciociari pasquali

Regina di Pasqua è senza dubbio la Torta Pasqualina; una torta salata, tipica della cucina italiana, che ha un posto speciale nella regione Lazio. Si prepara ovviamente nel periodo di Pasqua! Si tratta di un dolce rustico molto ricco e saporito, confezionato con doppio strato di sfoglia sottile a base di farina, acqua e olio. La torta racchiude un ripieno di crema di ricotta, con bietole o spinaci, formaggi misti, e uova intere aggiunte direttamente nella farcia cremosa.

dolci pasquali ciociari - Dolce tipico di PAsqua

La torta Pasqualina, mostra al taglio le uova sode intere, sua peculiarità e delizia, creando un vero e proprio effetto scenografico! La Torta Pasqualina è davvero molto antica, infatti, sembra risalire al 1400, quando le donne per farla tiravano trentatre sfoglie; gli anni di Cristo, assemblando uno sull’altro ogni strato prima di aggiungere il ripieno!

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi.
La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.

Dolci ciociari pasquali della tradizione frusinate ultima modifica: 2019-04-05T08:00:56+02:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top