I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

pubbliredazionale LUOGHI DI RITROVO SPORT

Forza Frosinone, ruggisce il vecchio leone, jame!

Forza Frosinone - Frosinone Calcio in campo
Articolo promozionale

Forza Frosinone, il cuore non ti è mancato. Dopo un congruo lasso di tempo di decantazione, la voce dei tifosi deve farsi sentire; anima vera e autentica della città ma anche dell’intera provincia. La sera della finalissima, la stessa che avrebbe potuto portare i “canarini” ancora in serie A, aleggiava un silenzio da finale dei mondiali di calcio. La mattina dopo invece, c’era lo stesso silenzio, ma spettrale, di delusione per una ferita su cui bruciava il sale. Ebbene, nella finale di ritorno dei playoff, la squadra di Nesta ha vinto, ma infine non è bastato.

Forza Frosinone

Già, pur esprimendo un grande cuore, gioco e tanta voglia di riscossa non è maledettamente bastato. Il sentimento non è mancato, ma è certo che ci riproveremo. Dunque sarà lo Spezia, per la prima volta in A in 114 anni, a salire quel difficilissimo gradino e noi ci congratuliamo; perché se una cosa è certa, poche tifoserie sono sportive come quella ciociara.

Forza Frosinone - la squadra in ritiro

Tuttavia, per le vie giallo azzurre si mastica amaro, perché tutti ci credevano sul serio. Sono stati 90′ di sofferenza per la squadra allenata da Nesta, ma senza mai tirare indietro la bamba, quello mai! Dicono che il pallone l’abbia inventato il diavolo, e davanti alla tele, sotto il campanile, in molti devono averlo pensato. No, tra gli undici in campo, e in tutta la rosa, non recrimineremo su chi ha dato meno o di più; e non sottolineeremo ancora l’elegante basso profilo del presidente Maurizio Stirpe.

Forza Frosinone al Benito Stirpe

Nesta serio e dedito, non ha bisogno dell’ennesima pacca sulla spalla. Ciano, nemmeno lui, non ha bisogno di un altro coro di chi gli ha dato la cittadinanza onoraria. Ha le chiavi della città. Nonostante l’epoca #Covid-19, le restrizioni, gli stadi stracolmi di irreale e assordante silenzio, e i bambini orfani di quel seggiolino; nessuno ha mai pensato nemmeno per un momento di ripiegare bandiere e magliette.

Forza Frosinone - Paganini in campo

E’ vero, all’andata avevamo perso con i liguri 1-0, ma la Ciociaria ci credeva ancora, chiedendo l’impresa, la stessa che ha tenuto acceso l’entusiasmo della città fino all’ultimo maledetto secondo. Al ritorno, il Frosinone ha davvero messo sotto lo Spezia nel suo stadio, in cui il vuoto senza pubblico era oceanico. Già, perché fuori erano in cinquemila i tifosi che gridavano e non erano affatto diversi dai ciociari.

Alessandro Nesta

Quelle grida del tifo, sembravano dover sfondare i cancelli. Nel buio del nord Italia, infine, è finita 1-0 per i ciociari. Ma quel gol di Rohden al 16’ della ripresa, che ha fatto esplodere i cuori dei vecchi leoni non è bastato; quindi sale lo Spezia. Perde 1-0, ma sale quell’agognato gradino; lo stesso che ancora una volta non toccheranno gli artigli del nostro leone. Il calcio non perdona mai un passo falso. Ai ciociari va l’onore delle armi, perché è certo che il Frosinone di Nesta ha giocato maledettamente meglio dei padroni di casa; soprattutto nel primo tempo. E se avesse segnato il secondo gol non avrebbe rubato nulla. Ma ogni partita, dopo il triplice fischio, è archiviata per sempre. Eppure, lassù, nei piani alti della serie A, il leone l’hanno sentito ruggire eccome, e chissà, il prossimo anno la zampata sarà ancora più forte da lasciare il segno.

fonte foto : pag. uff. Facebook Frosinoen calcio

Forza Frosinone, ruggisce il vecchio leone, jame! ultima modifica: 2020-08-22T07:00:00+02:00 da Redazione
To Top