itFrosinone

STORIA VALORI

Fregellae, l’antica città ciociara restituisce reperti

Fregellae - museo di Ceprano

Fregellae, una parte e una città semi dimenticata della Ciociaria. Tuttavia grazie al lavoro di alcuni archeologi, è stato possibile ridisegnare molto di quella che era la vita di alcune città romane; che nacquero e che a lungo prosperarono per la presenza di vie di comunicazione importanti.

Fregellae

Questo lavoro paziente di ricerca a volte fatto di piccoli frammenti ha una grande importanza non solo sociologica; ma anche strettamente scientifica. Le ricerche tutt’ora in corso sui reperti ossei riguardo la salute e le mal alimentazione, le coltivazioni e molto altro.

Fregellae - Fregellae Domus romana
fonte foto – Wikipedia – Torquatus – Attribution-Share Alike 4.0 International

Intorno al 328 a.C., circa 4000 famiglie Pelique e Sannite si trasferirono oltre il fiume Liri (territorio del comune di Arce); non molto lontano da Ceprano. Favorite da una piuttosto equa distribuzione, Fregellae, che occupava un territorio vastissimo; prosperò dal 328 al 125 a.C. Fu senz’altro la città più importante per popolazione che raggiunse i ventimila abitanti. La nota dolente dal punto di vista archeologico, è che lo stato di conservazione della città non è dei migliori. Dai materiali edilizi perduti nel corso dei secoli, ma anche per via di continue arature che hanno danneggiato alcune strutture.

Fregellae e archeologia Ciociara

Tuttavia gli archeologi dopo ben venti anni dall’inizio degli scavi, sono riusciti a ricostruire il settore centrale della città, con una pavimentazione emergente di base calcarea. E’ identificabile il Foro in zona centrale, il comizio, la piazza, alcuni templi importanti per il culto della popolazione. Tra cui Esculapio, che è uno dei più significativi. Il tempio dedicato al dio della medicina, è situato appena fuori la città dopo l’anno 189 a.C.; sulle rovine di un tempio precedente dedicato alla dea salute.

Mosaico - antico mosaico romano
Il mosaico più antico mai rinvenuto in Italia

Nel museo archeologico di Ceprano, sono conservati alcuni reperti molto significativi al riguardo, come alcuni ex voto che raffigurano e rappresentano parti del corpo risanate. Naturalmente come ogni città romana anche Fregellae era provvista del suo impianto termale. Nel 1987 una struttura veniva usata per accedere alle terme, affiorate poi dagli scavi nel 1995. Parliamo di una struttura piuttosto isolata; con ambienti separati per uomini e per donne.

Museo archeologico di Ceprano

Vi sono mosaici e una palestra. Abbiamo anche notizie di un’intensa attività teatrale cittadina e quindi spettacoli allestiti nell’antica città. Un importantissimo ritrovamento riguarda alcune lastre a rilievo raffiguranti soldati romani con elmi a calotta macedoni; cavalli e navi da guerra rostrate in uno scontro. Di certo la scena è legata ad un evento reale in cui Fregellae, probabilmente era impegnata con uomini nella battaglia di Magnesia.

Fregellae - Icone e mascheroni

Abbiamo notizia riguardo agli anni 191 e 182 della guerra; in cui per la prima volta erano arruolati dei latini sulle navi. Parliamo quindi della prima guerra Siriana. Sicuramente si parla dell’agro Fregellano anche in una lettera di Cicerone, nella quale egli raccomanda un tale C. Volgius H decurioni riguardo l’acquisto di una “possessio in agro Fregellano”. Sono numerosi gli eventi storici che ci riportano alla scomparsa città di  “Fregellae”; come la richiesta di uomini tenuti in ostaggio.

Fabrateria Nova

Costoro ottennero dal Senato dell’Urbe la possibilità di vivere nella città Ciociara. Esisteva anche uno squadrone scelto di cavalleria (turma fregellana); composto da quaranta aristocratici riguardo al corpo dei consoli. La città romana fu distrutta in seguito da un violenta repressione da parte di Roma. Nel 124 a.C. nel territorio del comune di S. Giovanni Incarico, dove tra l’altro è identificabile il sito, nasce una nuova città che rispondeva al nome di Fabrateria Nova, piuttosto piccola; ma fornita di un anfiteatro.

Fregellae - Terme Di Fregellae coperte da visitare
fonte foto – Wikipedia – Torquatus – Attribution-Share Alike 4.0 International

Riguardo questa nuova città, assume un certo rilievo il centro abitato di Fregellanum; da identificare sicuramente da un ponte all’antica Frusino (Frosinone). Proprio al centro di Ceprano è chiaramente visibile una gran quantità di materiale archeologico proveniente da Fregellae e abbiamo anche notizia sicura dell’esistenza del ponte romano sito non molto più a valle di quello a Antonino Pio; che parlava di alcuni restauri in corso d’opera.

Fregellae, l’antica città ciociara restituisce reperti ultima modifica: 2021-02-15T08:00:00+01:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x