I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

ARTE LUOGHI DI RITROVO

Frosinone città delle arti ecco i progetti

Frosinone città delle arti - Murales in allestimento

Frosinone città delle arti, ecco come! Comune di Frosinone ha presentato la propria adesione all’avviso pubblico per la selezione di città pilota; con le quali elaborare e attuare un piano di investimenti nell’ambito di Italia City Branding 2020.

Frosinone città delle arti

L’obiettivo finale del bando è quello di accrescere l’attrattività dei territori rispetto agli investimenti. Ciò valorizzando gli aspetti maggiormente identitari del tessuto produttivo; culturale e sociale, ovvero il brand delle città beneficiarie. Il progetto, redatto dall’assessorato lavori pubblici, si propone di sviluppare, un circuito di teatri e spazi idonei per rappresentazioni.

Frosinone città delle arti - Mosaico con Angelo

Ma anche di esposizione e sperimentazione; grazie al finanziamento previsto. Tutto ciò per essere in grado di rafforzare il legame tra le due scuole di alta formazione artistica e musicale del frusinate. Parliamo dell’Accademia di Belle Arti e del Conservatorio “Refice”. Il tessuto sociale della città ne gioverebbe moltissimo; realizzando così il progetto di “Frosinone Città delle Arti”. La proposta riguarda le azioni di intervento sui seguenti edifici per i corrispondenti importi complessivi. Partiamo dal Teatro Vittoria per € 2.142.644,00, il Teatro Nestor per € 7.110.480, e il Centro Polivalente in Via Mazzini) per € 1.435.096,00.

Frosinone città delle arti e il Teatro Vittoria

L’importo totale di investimento è pari a € 10.688.220, mentre l’importo per spese di progettazione è pari a complessivi € 1.094.340. La compartecipazione del Comune sulle spese di progettazione, indicato al 10% del costo complessivo delle stesse; è pari a € 109.434. Infine, la somma di finanziamento richiesto è di € 984.906. Va sottolineato il fatto che l’importo della compartecipazione richiesta, stabilita in € 109.434; può trovare copertura nel bilancio comunale. Naturalmente lo sarebbe con riferimento ai capitoli di entrata degli oneri concessori, attraverso una idonea previsione di bilancio.

Frosinone città delle arti - Murales di giovane bionda

Le infrastrutture necessarie alla formazione risultano idonee alle attuali esigenze degli Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale. Nondimeno, avendo il Conservatorio un’ampia sede nella zona periferica della città è l’ideale. Mentre, l’Accademia delle Belle Arti, grazie alla volontà espressa della stessa amministrazione Ottaviani; ha occupato uno degli edifici storici più rappresentativi della città, ovvero il “Palazzo Tiravanti”.

Accademia di Belle Arti

Già da diversi anni il Comune di Frosinone ha attivato importanti sinergie con l’Accademia delle Belle Arti e con il Conservatorio per favorire i legami tra la città e questi istituti. Lo ha certamente fatto promuovendo anche rassegne di rilevanza internazionale. Una su tutte è rappresentata dal “Festival nazionale ed europeo dei Conservatori di musica”; che si svolge nel periodo estivo nella cornice di piazzale Vittorio Veneto.

Frosinone città delle arti - Mosaico con una personificazione della luna

Si tratta di una manifestazione, questa, con una forte eco sia per gli addetti ai lavori; sia per l’intera popolazione cittadina, che partecipa numerosa agli eventi in calendario. Per consentire ai due istituti d’illustrare l’elevata qualità dell’offerta formativa; tuttavia, occorrono anche spazi fruibili nel periodo invernale. Ma anche spazi polivalenti, ove poter applicare anche le tecniche più evolute e sperimentali sviluppate nell’ambito dei corsi. A tal scopo, sono state individuate, in prossimità del centro cittadino, due strutture di diversa importanza.

Conservatorio Licino Refice

Il Comune di Frosinone nel corso degli ultimi 10 anni, infatti; ha acquistato il Teatro Vittoria ed il Teatro Nestor. Quest’ultimo, dotato di una rassegna di prosa. Dal 2013, riscuote grande successo ben oltre i confini provinciali. Inoltre, alcuni spazi del Centro Polivalente di fronte alla sede della Accademia di Belle Arti; risultano particolarmente congeniali alla sperimentazione delle scuole di scenografia. Come anche alla realizzazione di spazi espositivi, oltre che all’allestimento di una biblioteca multimediale e cartacea. Tale struttura ospiterebbe gli oltre 50.000 volumi presenti nei depositi comunali. I tempi di realizzazione dell’intervento possono stimarsi in 8 mesi per la progettazione e lo svolgimento delle gare di appalto; e 12 mesi per l’esecuzione dei lavori.

Frosinone città delle arti ecco i progetti ultima modifica: 2020-11-28T08:00:48+01:00 da simona aiuti

Commenti

Commenti
To Top