ARTE PERSONAGGI

Gioia Spaziani, ritratto di un’incantevole attrice ciociara di successo

Premiati Spaziani

In Gioia Spaziani nata a Frosinone nel 1975, la predisposizione per l’arte si manifesta presto verso lo studio del violino, del pianoforte, canto e composizione; fondamentale la formazione presso il Conservatorio di musica di Frosinone, non perdendo mai di vista la sua passione per il cinema, e il teatro. I primi passi nella recitazione avvengono con la compagnia teatrale “I commedianti di Frosinone”.  La determinazione sospinge Gioia Spaziani a continuare con fermezza gli studi, e nel Nel 1995 si dedica al Laboratorio teatrale di scrittura drammaturgica Santanelli.

Gioia Spaziani- ritratto

Si diploma qualche anno dopo nella Scuola nazionale di Cinema, e la grazia, e la caparbietà la portano a lavorare in teatro, cinema e televisione.

Gioia Spaziani e la notorietà nel cinema

La notorietà del grande pubblico giunge su Rai 3, con la soap opera ambientata a Napoli “Un posto al sole” nel personaggio di Giò Palumbo; personaggio intenso e pieno di sfumature importanti, a tratti drammatico, deciso, passionale, come saranno anche la maggior parte dei suoi ruoli successivi interpretati.

gioia Spaziani-sorriso

in una pausa sul set

Gioia Spaziani è schiva, riservatissima, sposata con l’attore e regista teatrale Vincenzo Maria Saggese, con una figlia, Sofia, che piccolissima seguì la mamma sul set; interprete quasi per caso e provvidenziale di un ruolo semplice e naturale per lei, quello della figlia di sua madre! Sia nel teatro, sia nella fiction, così come nel cinema, Gioia ha sempre abbracciato copioni pregni di pagine di storia italiana contemporanea importante. L’abbiamo vista in un “cinema impegnato”, intessuto di fatti di sangue, coraggio e parti di donne che cercano giustizia sociale, per cui spesso è scelta. Uno dei ruoli più noti interpretati dall’attrice frusinate è senz’altro ne “Il capo dei capi”, in cui impersona con grande padronanza del dialetto siciliano, Ninetta Bagarella; impeccabile porta a casa un telegatto e una tele grolla, dimostrando un trasformismo tipico del metodo Stanislavskij del cinema U.S.A. Gioia Spaziani è riuscita a passare dalla donna mediterranea esuberante, al ruolo di Susanna, con il regista Ettore Scola, con uno straordinario Elio Germano. In “concorrenza sleale” interpreta una ragazza ebrea che suona il piano, ed è ancora incantevole.

Gioia Spaziani- collage

Splendida anche nella parte di Lia, fidanzata del sindacalista Placido Rizzotto, rapito e ucciso dalla mafia, quindi ancora un ruolo impegnato. Si rituffa nel sociale e si trasforma ancora nella fiction TV “Nassiriya- per non dimenticare”.

L’attrice ciociara come Al Pacino passando per il teatro

I grandi occhi mediterranei di Gioia Spaziani che bucano lo schermo, fanno pensare allo stesso sguardo profondo di Al Pacino in “Serpico”, un’immagine cinematografica che non tutti riescono a trasmettere. Camaleontica, Gioia torna ancora sul piccolo schermo tante altre volte, con “Al di là del lago” ad esempio, nella parte di una dottoressa di grande carattere che vuole tornare a vivere nel paese in cui è nata, sfuggendo dal caos metropolitano, tra pathos e colpi di scena. La recitazione porta Gioia Spaziani dal cinema, alla TV, al teatro in successi televisivi del genere “Come l’America”.

Gioia Spaziani-con un collega

Torna il teatro con lavori del tipo “Il seno trafitto”, oppure Sogno di una notte di mezza estate”, o film come “Il sorteggio”. Passando dal film “Galantuomini” di Winspeare, Gioia interpreta ora in “I bastardi di Pizzofalcone”, tratto dal romanzo del premiato scrittore Maurizio De Giovanni. La serie è ambientata a Napoli, città da cui sostanzialmente è partita nel 2000 la sua carriera. In questo nuovo progetto giunto alla seconda stagione, l’attrice di Frosinone interpreta Letizia, una locandiera che s’innamora di Alessandro Gasman. Nella serie TV piena di temi caldi, Gasman è il commissario Giuseppe Lojacone, ma non ricambia l’attrice frusinate e chissà!

Gioia Spaziani-locandina

locandina del film

Dunque, da “Questo è il mio paese” a passando per “Che Dio ci aiuti 2” e “Come l’America”, Gioia Spaziani ha affermato di sentirsi legata un po’ a ogni ruolo; qualcosa le resta sempre nel cuore! L’attrice ciociara s’immerge in ogni storia, in ogni personaggio, ognuno di loro regala emozioni a lei come interprete e anche a noi facendoci entrare in un mondo magico, quello del Cinema.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi.
La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.

Gioia Spaziani, ritratto di un’incantevole attrice ciociara di successo ultima modifica: 2018-10-15T09:00:23+01:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top