itFrosinone

pubbliredazionale CIBO CUCINA TRADIZIONALE

Gnocchi a coda de soreca, ecco la ricetta facile

Gnocchi A Coda De Soreca - un piatto di gnocchi pronto
Articolo promozionale

Gnocchi a coda de soreca, eccoli! Sono un formato di pasta fresca molto comune della cucina laziale. Si tratta di un genere di pasta leggero, perché non contiene uovo e si trova facilmente nei negozi che vendono pasta fresca. Questi gnocchi allungati, per la particolare forma, ricordano l’aspetto della coda di un topo; da qui il nome a coda de soreca.

Gnocchi a coda de soreca

Tutto sommato, questo formato di pasta è del tutto simile ai bigoli dell’Umbria e ai pici toscani. Si tratta di una pasta artigianale, che è a base di sola acqua e farina di grano tenero rimacinato. Alcuni puristi aggiungono anche una piccola quantità di farina di mais; per ottenere un risultato più rustico e ruvido che ben si sposa con il condimento.

Gnocchi a coda de soreca - foto di un vulcano di Farinain ciotola

Orbene, tradizionalmente gli gnocchi a coda de soreca, si condiscono con un robusto sugo di cinghiale, oppure di maiale o di castrato. Tuttavia in epoca moderna, con diverse rivisitazioni, talvolta questi gnocchi allungati si accompagnano con dei sughi vegetali, creme, carciofi e molto altro. Se volete cimentarvi, procuratevi tutti gli ingredienti. Prendete almeno 400 gr. di farina 00, almeno 200 ml d’acqua, e per il condimento prendete almeno 400 gr. di ciliegini. Poi prendete anche del guanciale, pecorino romano grattugiato a piacere e un po’ d’aglio.

Gnocchi a coda de soreca della cucina laziale

Servirà del basilico, olio extravergine di oliva, sale e pepe. Potete avviare il vostro sughetto facendo sfrigolare un po’ di guanciale, e poi tuffando i pomodorini e il testo per il condimento. Poi dedicatevi alla pasta. Potete iniziare mettendo su un piano da lavoro un vulcano di farina. Aggiungete gradualmente l’acqua e iniziate ad amalgamare lentamente, poi sempre più energicamente.

Gnocchi a coda de soreca - Impasto da lavorare

Lavorate la pasta, ottenendo  un impasto omogeneo. Poi copritelo con una terrina e lasciatelo riposare 15 minuti. Dopo un po’ prelevate delle piccole porzioni d’impasto e stendetele formando dei cordoncini. Ogni serpentello dovrà essere lungo 3-4 cm. Aiutatevi con il palmo delle mani e stendeteli formando dei cordoncini lunghi almeno una quindicina di centimetri. Infine, infarinate per bene i serpentelli e disponeteli uno accanto all’altro, oppure in nidi se preferite. Ora  cuoceteli in abbondante acqua bollente e salata. Poi scolateli e saltateli nel condimento.

Pecorino pepe e guanciale

Se prima avete fatto dorare sul fondo di una padella antiaderente, senza aggiungere altri grassi, il vostro guanciale tagliato a dadini, siete a buon punto. Il guanciale deve iniziare a sudare, poi si aggiunge aglio in camicia schiacciato con il palmo della mano. Questo è un condimento tradizionale e semplice, legato al territorio, a base di pomodorini, guanciale e pecorino romano.

Gnocchi a coda de soreca - Gnocchi A Coda De Soreca Su Vassoio da cuocere
fonte foto – Wikipedia – fugzu – ttribution 2.0 Generic

Potete condire questa pasta in modo moderno ma gustoso, con crema di formaggio, salmone e granella di pistacchio. Oppure con zafferano, crema di porri o passata di spinaci e stracchino; provate! Se invece siete puristi e avete scelto il condimento consigliato, spegnete il fuoco e mantecate con un filo di olio a crudo. Spolverate il pecorino, una spruzzata di pepe e basilico fresco. Trasferite su un piatto da portata e servite a tavola.

Gnocchi a coda de soreca, ecco la ricetta facile ultima modifica: 2021-04-13T08:00:00+02:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Non conoscevo questo piatto! 

¡Se ve espectacular!

To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x