I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

PERSONAGGI STORIA

Gregorio XIII, un grande Papa dai forti legami con il frusinate

Gregorio XIII - Vaticano

Papa Gregorio XIII, al secolo Ugo Boncompagni, nacque a Bologna il 1° gennaio 1501. A quel tempo non aveva idea di chi sarebbe diventato e a quale sacro scranno sarebbe asceso. Figlio di un ricco commerciante, studiò legge all’Università di Bologna, dove cominciò ad insegnare al termine degli studi.

Papa Gregorio Xiii
Papa Gregorio XIII, 226 Papa della Chiesa di Roma

Grazie al potere economico della sua famiglia, scelse, ben presto, di abbandonare la carriera accademica per intraprendere quella ecclesiastica, comprando alcuni titoli. Fu solo nel 1542 che venne ordinato sacerdote e grazie alla sua formazione giuridica, ricoprì un ruolo di rilievo all’interno del Concilio di Trento, come esperto di diritto canonico. Alla morte del padre, nel 1547, ereditò parte dei possedimenti di famiglia ma si pose la questione della sua successione. Scelse, quindi, di avere un figlio, Giacomo, il quale sarà, assieme al padre, strettamente legato al territorio del frusinate.

Gregorio XIII ed il Ducato di Sora

Eletto Papa nel Conclave del 1572, a differenza dei suoi predecessori, si dimostrò poco incline a favorire i nipoti. Storia diversa, invece, per l’ascesa sociale del figlio. Quest’ultimo, nel 1573, venne nominato gonfaloniere generale di Santa Romana Chiesa, la più alta carica militare dello Stato pontificio.

Isola del Liri - L'Illustration
Illustrazione della cascata di Isola del Liri, Adolphe Rouargue, 1862

Inoltre, su invito del padre Giacomo sposò una ricca ereditiera: Costanza Sforza dei conti di Santa Fiora. Nel 1577, ricevette in dono dal padre il Marchesato di Vignola, acquistato per 70.000 scudi ferraresi da Alfonso II d’Este. Poi, si aggiunse il Ducato di Sora, costato 100.000 scudi d’oro, che comprendeva anche la vicina Isola di Sora ed, infine, venne acquistata anche la Contea d’Arpino.

Un pontificato difficile

Nonostante Gregorio XIII sia ricordato come uno dei Papi più importanti per l’età moderna, il suo pontificato fu tutt’altro che semplice. Il contesto politico europeo era frammentato. Negli anni Gregorio fece tutto ciò che era in suo potere per portare avanti la crociata contro gli eserciti ottomani. Nonostante la pesante sconfitta subita dai turchi a Lepanto nel 1571, il Papa temeva i loro eserciti. Seguendo i dettami sanciti dal Concilio di Trento, cercò di riportare il cattolicesimo lì dove rischiava di scomparire.

Il Massacro Di S. Bartolomeo a Parigi
Il massacro di San Bartolomeo, François Dubois (1790-1871). Fonte: Wikipedia

Tentavi falliti miseramente anche a causa della debolezza dei suoi alleati. La Francia di Caterina de’ Medici era divisa tra i cattolici e le sempre più pressanti richieste degli ugonotti protestanti. Oltremanica, la neonata chiesa anglicana prosperava grazie alla presenza di Elisabetta I sul trono d’Inghilterra. A nulla valsero i tentativi del Papa e degli alleati cattolici di restaurare il cattolicesimo attraverso la scozzese Maria Stuarda.

L’accentramento del potere papale e le innovazioni apportate dal suo pontificato

A livello di gestione del potere papale e amministrazione dei territori della Chiesa, Papa Gregorio XIII ebbe maggiore successo. Negli anni del suo pontificato (1572-1585) proseguì la politica dei suoi predecessori di accentramento del potere papale, del potere di Roma. Apportò molte migliorie a livello urbanistico nella città eterna. Importate è l’istituzione della commissione cardinalizia per la riforma del calendario che ha portato all’emanazione del calendario gregoriano. Fino a quel momento era stato in vigore il calendario giuliano. Studiato e promulgato da Giulio Cesare nel 46 a.C, aveva causato, nei secoli, uno scollamento tra calendario solare e quello legale di ben dieci giorni. Per recuperare quel salto e tornare in equilibrio con il calendario solare, il Papa promulgò il calendario gregoriano, ed i giorni dal 4 al 15 ottobre 1582 non sono mai esistiti formalmente.

Immagine di copertina: Foto di loveombra da Pixabay.

 

Gregorio XIII, un grande Papa dai forti legami con il frusinate ultima modifica: 2020-10-30T09:00:00+01:00 da Martina Shalipour Jafari
To Top