I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

MITI E LEGGENDE SITI RELIGIOSI

Il Cristo nel labirinto di Alatri, enigma e mistero

il Cristo nel labirinto - Cristo nell0'intercapedine di Alatri

Il Cristo nel labirinto di Alatri, evoca atmosfere di Templari e legami con luoghi lontani, eppure affini. L’affresco è stato ritrovato in modo casuale nel ’96 durante dei lavori di restauro.

Il Cristo nel labirinto - Veduta Di Alatri da sud
Alatri – fonte foto – Wikipedia – pubblico dominio

L’antico dipinto di trova in un’intercapedine nel chiostro di San Francesco. Esso riaffiora, lasciando emergere, storie di cavalieri, mantelli candidi e la via per Gerusalemme.

Il Cristo nel labirinto

Ci troviamo dietro l’omonima chiesa di San Francesco del XIII secolo. Già convento, poi carcere e tribunale penale; il chiostro si affaccia su piazza Regina Margherita. Fino a prima dell’unità d’Italia, l’area era terreno coltivato dai religiosi, poi acquisita e riconvertita. Oggi il Chiostro è una sala espositiva per mostre ed eventi culturali. Accompagnati in questa intercapedine, vediamo il Cristo benedicente dipinto all’interno del labirinto, con tunica chiara, mantello aureo, e indica l’ingresso del labirinto, o la via della salvezza.

Il cristo nel labirinto - Rosone Chiesa Di San Francesco di alatri
rosone della chiesa di San Francesco

Possiamo osservare che egli presenta una croce rossa nell’aureola, e con la mano sinistra tiene le Sacre Scritture. Il labirinto che subito colpisce, ha un diametro di circa 140 centimetri. La datazione al radiocarbonio fa risalire l’affresco a un periodo che potrebbe andare dal 1300 al 1420. L’affresco è rivolto verso oriente, e quindi il labirinto simboleggerebbe l’unica via percorribile dalle tenebre alla luce della salvezza, ovvero la luce.

Il Cristo nel Labirinto di Alatri

Di fatto il labirinto consta di ventitré cerchi. Vediamo dodici circonferenze nere e dodici bianche. Una simile pittura che evoca un enigma è piuttosto rara, ma non unica in Europa. Al riguardo, il labirinto di Alatri è identico a quello  sul pavimento della cattedrale di Chartres in Francia. Non solo, infatti, ritroviamo questo genere d’affresco in almeno altri cinque luoghi sacri.

cavaliere - Cavaliere Templare

Parliamo di Santa Maria in Aquiro a Roma, ma oggi scomparso, poi a Lucca, Pontremoli, Pavia e Grinstad, in Svezia. Come un filo d’Arianna, dal labirinto di Alatri, possiamo arrivare quindi a molti altri luoghi di chiese cristiane e cattedrali gotiche francesi; come Sens, Reims, Bayeux, Mirepoix; nell’irlandese Rathmore, o nell’inglese Bristol. Se ci spostiamo in Germania lo troviamo in due chiese di Colonia. Tutti gli affreschi risalgono a un lasso di tempo che va dal XIII ed il XV secolo. Vi sono altri labirinti, anche diversi, ma “curiosi.

I templari ad Alatri

Uno quadrato, ma con il percorso identico a quello di Alatri è inciso nel legno e si trova nel leggio della Cattedrale di Volterra; databile agli inizi del XIV secolo. Quindi i templari sono passati ad Alatri? Ciò è molto probabile. L’affresco è quindi su una parete di una chiesa quasi certamente templare. Essa era sulla via che conduceva verso il sud; quindi verso la via del mare per Gerusalemme.

scultura - Labirinto Chiesa Di Pontremoli
fonte foto Wikipedia – Pontremoli – Mongolo1984 – CC BY-SA 4.0

Oggi, accanto all’affresco, ammiriamo tralci vegetali, bei colori di circonferenze, come “Fiori della Vita” ed altre simbologie. Troviamo decorazioni tipiche degli ossari cristiani della Terra Santa del I secolo. Ovunque vi sono simboli templari seguendo questa via. Li troviamo anche a due passi a Ferentino e lungo tutto la via Francigena. Il turista e l’appassionato d’arte trova spirali, triplici stelle, tutte presenti nel ciclo affrescato. Sono orbene simbologie riconducibili ai Templari e sovente presenti presso monasteri cistercensi o francescani. 

Affreschi in Ciociaria

Sì dunque, un insediamento dei “Cavalieri Templari” nella cittadina di Alatri è molto probabile e plausibile. Quel Cristo, trovato in un’intercapedine, si svela oggi e con la mano destra tesa verso l’uscita, indica la luce e la vita eterna. Gli elementi decorativi di carattere vegetale si alternano ad enigmatici simboli, come il “Fiore della vita”, spirali, triplici circonferenze e “stelle radiali” e al centro lui, il “Cristo Giudice” posto quasi magicamente al centro di un enorme labirinto da molti secoli che ci guarda. Per visitare l’affresco dobbiamo recarci in Piazza Regina Margherita 03011 in provincia di Frosinone; chiamando il 0775 448455.

Il Cristo nel labirinto di Alatri, enigma e mistero ultima modifica: 2020-12-02T08:00:00+01:00 da simona aiuti

Commenti

Commenti
To Top