itFrosinone

COSA FACCIAMO LO SAPEVI CHE

Il reliquiario dei patroni di Frosinone diventa Torre della Pace

Il reliquiario dei patroni di Frosinone - Un Reliquiarioesposto

Il reliquiario dei patroni di Frosinone diventa una torre della pace dedicata ai santi patroni ciociari. Tempo fa abbiamo affrontato l’idea e l’ipotesi di una “torre della Pace”, del tutto nuova per Frosinone. Al riguardo, il consiglio comunale di Frosinone di recente ha deciso, ma a Viterbo qualcuno storce il naso. La torre, infatti, sembra proprio la macchina di Santa Rosa.

Il reliquiario dei patroni di Frosinone

Avanza quindi la realizzazione della “Torre della Pace”, dedicata ai Santi Patroni, i Papi Silverio e Ormisda; per celebrare il momento di uscita ovvero del superamento delle situazioni di massima criticità dalla pandemia. L’idea è originale per la Ciociaria e senz’altro coraggiosa, e potremmo dire, temeraria.

Il reliquiario dei patroni di Frosinone - Torre in progettazione

Si è parlato nelle piazze, valutando i pro e i contro. Intanto il progetto è già in divenire. L’opera, avrà delle dimensioni notevoli, di almeno 15 metri di altezza. In realtà, anche se “in miniatura”, l’immagine la conosciamo già bene. Essa, infatti, trae origine dal concept architettonico realizzato nel 2013 dall’Accademia di Belle Arti di Frosinone; con la supervisione della Diocesi di Frosinone. Parliamo del reliquiario dei nostri santi patroni. La torre tuttavia, avrà un valore di catarsi laica; dopo l’emergenza sociosanitaria; oltre che di riconciliazione con la storia religiosa e civile della città di Frosinone, che trae le origini nel VI secolo d.C.

Il reliquiario dei patroni di Frosinone diventa la Torre della Pace

La forma del concept è slanciata, con la posizione della tiara papale, di cui si può vedere, già in forma ridotta. La versione in forma ridotta è il reliquiario esposto durante le ultime processioni tenutesi al centro storico. Ricordano in qualche modo la fisionomia dei due Santi Ormisda e Silverio, fondendo l’esperienza dei due pontificati; che cercarono la riconciliazione della Chiesa di Oriente con quella occidentale.

Il reliquiario dei patroni di Frosinone - Macchina Di Santa Rosa esposta
fonte foto – Wikipedia – Amras Carnesîr – 1.0 Generi

Si evoca e si arriva al momento in cui l’imperatore Giustiniano relegò Papa Silverio sull’isola di Palmarola, fino agli ultimi giorni della sua vita. Sulle infule papali sarà incisa la formula ormisdiana che, ancora oggi, è oggetto di studi storici e scientifici; volti a porre in rilievo il profondo valore ecumenico della testimonianza dei due Papi frusinati. L’opera, che sarà portata in spalla da 30/40 incollatori, avrà un peso di circa 1.500 kg, che insisteranno su una superficie baricentrica di circa 16 mq.

San Silverio e Sant’Ormisda

L’opera alquanto imponente, sarà realizzata da un pool di progettisti, ingegneri e architetti del capoluogo; attraverso l’ausilio di un’impresa metalmeccanica del territorio che, già in passato, si è occupata di altre importanti strutture religiose. Ricorfiamo ad esempio la copertura della chiesa di Santa Maria Goretti. 

Il reliquiario dei patroni di Frosinone - la torre della pace con gli incollatori

L’idea e il desiderio è che davvero la Torre della Pace possa rappresentare il simbolo di identità storica e culturale della cittadinanza; per rafforzare altresì il sentimento di coesione dell’intera comunità. Tutto ciò seguendo un percorso storico-religioso ma, anche, di forte valenza laica e culturale. L’opera è ardita, temeraria e chissà, speriamo di vedere presto i candidati incollatori per portare la torre in trionfo; con finalmente una processione oceanica, senza restrizioni.

Il reliquiario dei patroni di Frosinone diventa Torre della Pace ultima modifica: 2021-04-09T08:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

🇮🇹

To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x