CIBO LO SAPEVI CHE

La cicoria, prelibatezza dei prati, sulla tavola dei buongustai!

la cicoria - Mercatino Delle Verdure

La cicoria è strettamente legata al territorio ciociaro e certamente al resto della regione; in primavera cresce nei campi rigogliosa, talvolta discreta e scovarla è una delizia. Caratterizzata da un gusto spesso amarognolo, le sue foglie sono ricchissime di principi attivi in grado di svolgere un’azione depurativa e drenante. Esistono varianti coltivate, ma è la cicoria spontanea ad andare da sempre per la maggiore sulle tavole delle Ciociaria; per ritrovare i sapori della cucina povera di una volta trasformando questa verdura all’insegna dei profumi del Mediterraneo.

Proprietà nutritive della cicoria

La cicoria spontanea, molto ambita e anche abbastanza cara nei mercati, è un’erba selvatica che cresce nei campi durante la bella stagione. Durante la guerra, in tempo di carestia, le radici venivano raccolte e utilizzate per la preparazione del caffè. Si trattava di una sorta di surrogato inviso a molti, tuttavia in grado di stimolare la digestione e le funzioni intestinali.

la cicoria - Cicoria esposta al mercato

Sembra che le radici possano anche proteggere il cuore; una bevanda ad alto contenuto di polifenoli di cui oggi si riscopre l’effetto antiossidante e anti età. Apprezzata in cucina, la cicoria è utilizzata per molte ricette tipiche locali. Quest’erba selvatica si ripassa in padella con i fagioli, si accompagna alle torte salate e anche alle minestre. Grazie alle proprietà tipiche delle erbe amare, la cicoria migliora le funzionalità epatiche, aiutando i reni. L’infuso a base di “Cichorium intybus”, può essere utilizzato anche per contrastare i calcoli renali.

insalata

Stimolante e rimineralizzante, costituisce soprattutto un ingrediente ottimo per un’insalata fresca e profumata; ma si abbina anche a carne e formaggi. Una volta comprata o raccolta nei campi, si deve suddividere il cespo per eliminare eventuali foglie rovinate. E’ importante immergerla in un contenitore pieno d’acqua con un pizzico di bicarbonato e lavarla per bene, poiché tende ad essere piena di terriccio.

la cicoria - Focaccia ripiena di Cicoria

E’ buona norma sciacquare lavando le foglie con cura, infine, posizionandole poi in uno scolapasta e coperta con uno strofinaccio pulito. Dopo quest’operazione forse noiosa ma necessaria, si può lessare la cicoria per ripassarla in padella con fagioli o altre verdure. Le cuoche più esperte usano la cicoria per i ripieni, ma non è una cattiva idea conservarla nel congelatore.

Ricette facili con la cicoria

Una volta bollita si può condire con un filo di olio extravergine di oliva, sale, e aceto, o limone. La cucina della regione Lazio predilige aglio, olio e un pizzico di peperoncino, specie in Ciociaria! La cicoria ripassata in padella, come vuole la tradizione, è facilissima da preparare e può accompagnare salumi e pesce. Potete sbizzarrirvi con la sfoglia da fare ripiena, con erbe aromatiche come la salvia e il timo; perché poi non aggiungere acciughe, pinoli, mandorle e noci.

la cicoria - Cicoria Al Mercato

La minestra maritata, tipica del basso Lazio, usa cicoria e borragine, unite alla carne e al pecorino per un primo piatto da cuochi sopraffini. Il segreto è cuocerla a fuoco lento, aspettando che gli ingredienti si leghino fra loro creando una pietanza profumata. Una gustosa alternativa è la cicoria catalogna in forno, condita con pomodorini maturi, capperi, mollica di pane, olive, aglio e un filo d’olio.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi.
La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.

La cicoria, prelibatezza dei prati, sulla tavola dei buongustai! ultima modifica: 2019-04-22T08:00:40+02:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top