I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

CHIESE SITI RELIGIOSI

La festa dell’Assunta nella cattedrale di Frosinone

la festa dell'Assunta - chiesa di Santa Maria Assunta

La festa dell’Assunta ha una valenza particolare in cattedrale, in quanto la chiesa è ad ella dedicata; con messa solenne celebrata dal vescovo ogni anno. Il 15 agosto si festeggia appunto l’Assunzione della Vergine Maria al cielo; per essere stata la Madre di Gesù, Figlio Unigenito di Dio, e per essere stata preservata dalla macchia del peccato.

La festa dell’Assunta

Maria, come Gesù, risuscitata da Dio per la vita eterna, la prima, dopo Cristo; a sperimentare la risurrezione ed è anticipazione della risurrezione della carne che per tutti gli altri uomini avverrà dopo il Giudizio finale. Fu papa Pio XII il 1° novembre 1950 a proclamare dogma di fede l’Assunzione di Maria.

la festa dell'Assunta - dipinto di Guido Reni

Il sacro si unisce al profano con il termine Ferragosto, che deriva dalla locuzione latina feriae Augusti, ovvero “riposo di Augusto” indicante una festività istituita dall’imperatore Augusto nel 18 a.C. La festa si aggiungeva alle esistenti e antichissime festività cadenti nello stesso mese, come i Vinalia rustica o i Consualia; per celebrare i raccolti e la fine dei principali lavori agricoli. L’antico Ferragosto, oltre agli ad ingraziarsi il popolo, aveva lo scopo di collegare le principali festività agostane per fornire un congruo periodo di riposo; anche detto Augustali, necessario dopo le grandi fatiche profuse durante le settimane precedenti.

La festa dell’Assunta e il Ferragosto

Per quanto riguarda invece la chiesa di Santa Maria Assunta di Frosinone, anche qui andiamo molto indietro nel tempo. Le origini sono paleocristiane, poiché innalzata sui resti di un tempio dedicato a Marte. Ci troviamo sulla sommità del colle dove sorgeva l’acropoli dell’antica Frusino. Pertanto si ritiene a ragion veduta che sia stata cattedrale di un’antica diocesi frusinate; unita in seguito a quella di Veroli nell’VIII secolo.

la festa dell'Assunta - navata centrale

Ricostruita completamente nel medioevo in stile romanico, poi ancora rimaneggiata nel XVIII secolo. L’ispirazione per la linea quasi definitiva è stata trovata nella basilica di Sant’Andrea della Valle di Roma. Dell’edificio medievale resta solo in noto  campanile romanico, a tre ordini di finestre bifore; estremamente rappresentativo della città. Elevata a Collegiata insigne da papa Benedetto XIV il 15 luglio 1755; con l’attribuzione al parroco del titolo di arcidiacono, ottenne poi da papa Pio IX l’uso del trono papale come cattedra vescovile nel 1850.

La cattedra di Santa Maria Assunta di Frosinone

La seconda guerra mondiale che colpì duramente Frosinone, non risparmiò la Cattedrale. Al riguardo, L’11 settembre del 1943, i bombardamenti colpirono il tempio sacro. Dopo il bombardamento aereo, la Cattedrale presentò gravissimi danni; con parte della facciata crollata e una navata completamente sfondata. La chiesa venne poi ricostruita nel dopoguerra, con lavori molto importanti, anche grazie ai fondi dei ciociari emigrati all’estero.

la festa dell'Assunta - dipinto di Rubens

Infine, la Chisa di Santa Maria Asssunta di Frosinone, divenne con cattedrale di Veroli-Frosinone l’11 aprile 1965. Inoltre, è cattedrale della diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino dal 27 febbraio 1987. Dopo la guerra e i tanti patimenti, i fedeli riposero molta fede nella Madonna; nell’Assunta appunto, tra il mistero e la fede. Ma qual è la storia così lontana? Il primo scritto attendibile che  narra dell’Assunzione di Maria Vergine in Cielo, fino ad allora tramandato oralmente, reca la firma del Vescovo San Gregorio di Tours ( 538 ca.- 594).

Campanile di Frosinone

Egli era storico e agiografo gallo-romano. “Infine, quando la beata Vergine, avendo completato il corso della sua esistenza terrena, stava per essere chiamata da questo mondo; tutti gli apostoli, provenienti dalle loro differenti regioni, si riunirono nella sua casa. Quando sentirono che essa stava per lasciare il mondo, vegliarono insieme con lei. Ma ecco che il Signore Gesù venne con i suoi angeli e, presa la sua anima, la consegnò all’arcangelo Michele e si allontanò. All’alba gli apostoli sollevarono il suo corpo su un giaciglio, lo deposero su un sepolcro e lo custodirono, in attesa della venuta del Signore. Ed ecco che per la seconda volta il Signore si presentò a loro, ordinò che il sacro corpo fosse preso e portato in Paradiso”.

La festa dell’Assunta nella cattedrale di Frosinone ultima modifica: 2020-08-14T07:25:00+02:00 da Redazione
To Top