I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

CONSIGLI UTILI COSA FARE

Lavatrice, e caldaia a gas, puliamole ora che siamo a casa

lavatrice - Ragazza che si appresta a fare i mestieri

Lavatrice, lavastoviglie e la caldaia a gas meritano attenzione, quindi coraggio!Lavori da fare in casa in questi lunghi giorni di #Coronavirus ce ne sono eccome. Parliamo di quelle incombenze, che rimandiamo sempre, ma che sono importanti per la funzionalità dei nostri elettrodomestici e non solo

Lavatrice

La lavatrice spesso è un po’ trascurata. Da lei si pretende moltissimo, ma poi non ci rendiamo conto che con il tempo va in affanno perché è sporca e comincia a rendere meno. Possiamo però, visto che abbiamo tempo, programmare un lavaggio a vuoto, impostando una temperatura di almeno 90 gradi in modo da sciogliere lo sporco ostinato.

Lavatrice - una lavatrice moderna

Così elimineremo i cattivi odori, ricordando che tale operazione va fatta ogni tre mesi se eseguite lavaggi a cadenza settimanale. Un segreto è quello di  versate nel cestello o nella vaschetta del detersivo, una tazza di aceto bianco. Si tratta di un prodotto acido al 5%, che non rovinerà la lavatrice ma toglierà ogni odore. È ottimo anche per eliminare, almeno parzialmente, il calcare. L’aceto è ottimo per pulire anche la lavastoviglie. L’aceto di vino bianco è, infatti, l’alleato perfetto sia per eliminare gli odori sia per sciogliere l’eventuale calcare.

lavatrice da pulire come la lavastoviglie

Per la lavastoviglie, si può versare alcune gocce di aceto su un panno e passarlo sulle parti interne, lasciandolo agire qualche minuto. Questa è la soluzione più indicata per profumare l’elettrodomestico ed eliminarne germi, calcare e ogni tipo di residuo. Tra i metodi non inquinanti per pulire la lavastoviglie, una valida alternativa è il bicarbonato di sodio. Esso, infatti, serve sia a detergere l’elettrodomestico sia a pulire le stoviglie durante un normale lavaggio.

lavatrice - Lavastoviglie da caricare

Per questo, si può aggiunge un po’ di bicarbonato a ogni ciclo, per potenzierai l’azione pulente su piatti e stoviglie. Per un intervento più mirato, una manciata di bicarbonato va bene per un ciclo a vuoto. Si può anche realizzare una soluzione di bicarbonato e acqua e versarla nel cassetto per il detersivo. E’ consigliabile indossare la mascherina per evitare di aspirare polveri. Anche i tappeti però vanno puliti a fondo.

Pulire i tappeti

Possiamo cominciare spazzolando per bene, sopra e sotto, aspirare con aspirapolvere e magari soffiare con un compressore. Se spazzoliamo con bicarbonato, va ricordato che esso ha un’azione germicida, che elimina batteri, acari e muffe anche i cattivi odori. Si consiglia per quanto possibile, di far agire il bicarbonato almeno per un’intera notte. Per terminare la procedura, con l’ausilio dell’aspirapolvere, aspiriamo il tappeto sia nella sua parte superiore che nel retro per asportare completamente il bicarbonato.

pulire con bicarbonato - Tappeti da pulire

In alternativa si può usare l’aceto, spruzzandolo in soluzione con un po’ di bicarbonato. Basteranno due bicchieri d’aceto e tre cucchiai di bicarbonato, passando una spazzola delicata per uniformare la miscela su tutta la superficie. Per le macchie invece, vanno via facilmente creando una crema mescolando in parti uguali del sale grosso e dell’aceto, spazzolando poi energicamente. Visto che di tempo ne abbiamo, perché non dedicarci alla caldaia, risparmiando il costo del tecnico?

Pulire la caldaia a gas

Partiamo dal bruciatore, staccandoli delicatamente i due fili che vanno agli elettrodi d’accensione ed estraendo in avanti il modulo. Spazzolate gli ugelli, aspirare e soffiare tutto il vano. Pulirete il bruciatore dopo averlo adagiato su un piano comodo, quindi spazzolando, aspirando e soffiando gli elettrodi d’accensione e i diffusori del gas. Ripetete l’operazione finché non sono ben lucidi.

lavatrice - Caldaia A Gas aperta

Poi, si soffia  anche nei fori. Dopo aver finito questa fase, si rimonta con procedura inversa. Basta far coincidere i fori con i perni. Si riattaccano i due fili agli elettrodi d’accensione. Spostandoci in alto staccate i tubi  e soffiate dentro, prima  sopra, poi sotto. Sempre in alto bisogna oleare la ventola nei punti indicati. Ora si può procedere con una bella soffiata generale con il compressore, anche nella parte inferiore della caldaia. Infine rimonterete solo i coperchi. A questo punto riattaccate la corrente e  verificate che la caldaia funzioni.

Lavatrice, e caldaia a gas, puliamole ora che siamo a casa ultima modifica: 2020-03-25T09:00:00+01:00 da Redazione
To Top