I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

CICERONE COSA VEDERE

Magia e archeologia a Roma; due passi per una gita stregata

Magia e archeologia a Roma - la ricostruzione

Magia e archeologia a Roma; a due passi dalla Ciociaria. I turisti stranieri quest’anno saranno pochi; quindi le città d’arte saranno tutte per noi. Ora che Roma è a 40 minuti di treno, ma tutto sommato è vicina anche con i collegamenti tradizionali, perché non approfittarne?

Magia e archeologia a Roma - il paiolo delle maledizioni

Spendendo poco, per noi ciociari si aprono scrigni di bellezze che aspettano solo di essere scoperte; con il turismo di prossimità. Anna Perenna, è proprio di fronte la stazione Termini, una di queste meraviglie; non solo affascinante, ma divertente e magica. Già parliamo anche d’incantesimi!

Magia e archeologia a Roma

Questa meraviglia è stata rinvenuta nel 1999 durante gli scavi per un parcheggio interrato nel quartiere Parioli; ad una profondità tra circa i 6 ed i 10 metri di profondità. Sono emersi i resti di una fontana rettangolare con iscrizioni murate; che riportano il nome della dea. Anna Perenna era un’antichissima divinità; festeggiata il giorno delle Idi di marzo. Parliamo del primitivo capodanno romano.

Magia e archeologia a Roma . le laminette delle maledizioni

La fontana sembra essere attestata almeno dal I secolo a.C. ed utilizzata fino al VI secolo d.C. La scoperta incredibile sta cisterna retrostante la fontana; dove sono stati trovati tra il fango rappreso svariati oggetti utilizzati per pratiche magiche. Nel museo, sono esposte laminette in piombo con maledizioni, contenitori di piombo contenenti figurine antropomorfe; e un pentolone di rame e svariate monete e lucerne per i malefici. Questi ed altri oggetti sono oggi conservati nella Sezione Epigrafica del Museo Nazionale Romano presso le Terme di Diocleziano.

Magia e archeologia a Roma con Anna Perenna

Per visitare queste meraviglie non serve neanche prendere un autobus, basta attraversare la strada. La visita alla fontana è introdotta da un percorso che descrive la topografia dell’area in epoca romana. La scoperta ha permesso di localizzare con certezza l’originaria ubicazione del bosco sacro di Anna Perenna; già citato da Ovidio nei Fasti, e di testimoniare lo svolgimento di una quantità eccezionale di pratiche magiche protrattesi nel corso di molti secoli, grazie agli oggetti ritrovati presso il sito.

Magia e archeologia a Roma - monete e lucerne

Possiamo vedere l’allestimento molto bello, che tenta di ricostruire il luogo delle attività magiche. L’iscrizione in lingua latina rinvenuta sul vascone recita così: “Nyphis sacratis Annae Perennae”. La zona anticamente era caratterizzata da una foresta e l’acqua cadeva nella cisterna da una fonte. I tanti oggetti ritrovati sono moltissimi e preservati nel tempo dallo strato di limo; depositatosi sul fondo nel corso dei secoli.

Museo Nazionale Romano presso le Terme di Diocleziano

Questi bizzarri e interessanti oggetti rinvenuti; sono quindi di varia natura. Parliamo di 549 monete, 74 lucerne, 9 recipienti di piombo, di cui alcuni contenenti delle statuette antropomorfe. Gli archeologi hanno rinvenuto anche 3 brocche di ceramica, un paiolo in rame, e tavolette con incise delle maledizioni. Nonostante sia difficoltoso procedere a un’esatta datazione di tutti i reperti; essi testimoniano la pratica dei riti magici che vi si svolgevano nel nome della divinità.

cera - statuetta di cera
figura antropomorfa in cera

Il ritrovamento del paiolo in rame suggerisce che presso il sito si preparassero pozioni magiche; e di particolare interesse è il rinvenimento di tavolette in piombo recanti incise delle maledizioni. Alcune contro nemici e amanti, alcune delle quali trovate anche all’interno delle lucerne. Altro ritrovamento particolare è rappresentato da alcune statuette antropomorfe impastate con cera e farina; custodite all’interno di contenitori in piombo inseriti infine uno dentro l’altro. Sono state individuate; anche delle impronte digitali.

Riti magici nell’antichità

Infine, per recarsi Museo Nazionale Romano presso le Terme di Diocleziano di Roma: Via Guidobaldo del Monte 4B. Si può prendere il Bus linea 910 fermata Piazza Euclide, 200 metri a piedi; Metro: Linea A fermata Flaminio; Tram: linea 2 fermata Ankara/Tiziano, 150 metri a piedi direzione Piazza Euclide. Treno: Ferrovia Roma/Civita Castellana/Viterbo fermata Piazza Euclide, 200 metri a piedi. Il museo è fruibile e contattabile per ogni informazione e prenotazioni dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 il sabato dalle 9.00 alle 14.00  +39 0639967702

fonte foto : Simona Aiuti

Magia e archeologia a Roma; due passi per una gita stregata ultima modifica: 2020-07-03T07:00:00+02:00 da Simona Aiuti
To Top