I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

CONSIGLI UTILI COSA FACCIAMO

Rafforzare le difese immunitarie con metodi naturali

Rafforzare le difese immunitarie - rappresentazione della vitamina C

Rafforzare le difese immunitarie nel momento che stiamo vivendo è fondamentale . Si tratta di una delle armi che abbiamo per proteggerci dai virus è prevenire. Ciò al fine di prevenire l’attacco dei virus, come obiettivo prioritario. In tal senso possono essere di grande utilità alcuni rimedi fitoterapici. Essi costituiscono un importante baluardi di difesa.

Rafforzare le difese immunitarie

Rafforzare le difese immunitarie del nostro organismo, non è solo un’opportunità, bensì un dovere. Fra i numerosi approcci naturali vale la pena di ricordare la regina delle erbe, ovvero, l’Echinacea. Essa è una pianta originaria del Nord America. Ha un ruolo indiscusso nelle patologie virali, sia per l’azione curativa sia preventiva.

Rafforzare le difese immunitarie - echinace ain foto

Essa si rende utile in tutte le malattie infiammatorie delle alte vie respiratorie. Ciò riduce sia i sintomi che la durata della malattia. Sempre più studi confermano l’efficacia dell’echinacea come immunostimolante. Coadiuva principalmente a potenziare il sistema immunitario. Stimola l’attività delle cellule che aggrediscono gli agenti patogeni. Non meno importante è l’Acerola, che è una pianta arbustiva, rampicante originaria dell’America. I suo frutto ha un contenuto elevatissimo di vitamina C. Parliamo di circa quindici volte superiore a quello del kiwi e venti volte del succo d’arancia.

Rafforzare le difese immunitarie con l’Echinacea

Oltre all’elevatissima concentrazione di vitamina C, circa 1.600 milligrammi per etto. Contiene anche buoni quantitativi di provitamina A. Essa contiene anche vitamine del gruppo B. Tra i sali minerali sono ben rappresentati calcio, ferro e magnesio. Grazie alla sua composizione stimola le difese immunitarie, aumentando l’attività dei globuli bianchi , favorendone la maturazione. Sviluppa inoltre un’azione antiossidante inattivando i radicali liberi.

Rafforzare le difese immunitarie - raccogliere la Propoli

È particolarmente indicata per prevenire e combattere le sindromi influenzali, il raffreddore, e ma anche in tutti i casi di carenze vitaminiche in convalescenza. L’acerola così come l’echinacea è disponibile in commercio sotto forma di numerosi integratori alimentari. Come trascurare poi la “propoli”, che è costituita da una sostanza resinosa delle api. I nobili insetti, la ricavano dalle gemme e dalla corteccia di alcuni alberi, che poi mescolano con saliva, cera e polline. Ricca di flavonoidi, sali minerali e vitamine del gruppo B, essa ha un’azione immunostimolante, antibatterica, antivirale.

Papaya fermentata

Nondimeno, la propoli ha altresì un notevole potere antinfiammatorio. Per questo è molto essa è utile in caso di mal di gola e tosse recidivante. La propoli è disponibile in commercio sia in compresse che in soluzione liquida. Tra le erbe “toccasana” abbiamo la papaya fermentata. Essa è un estratto naturale dalle proprietà antiossidanti. La papaya fermentata oltre al famoso effetto “ringiovanente”. ciò grazie alla capacità di contrastare i radicali liberi, rinforza il sistema immunitario.

Rafforzare le difese immunitarie - qualità della spirulina

Ciò aiuta l’organismo a difendersi dalle aggressioni esterne. Aiuta anche a ristabilire l’equilibrio acido-base, per l’effetto alcalinizzante dell’enzima papaina. Molto utile poi risulta l’estratto di semi di pompelmo. Esso si ricava dai semi e dalle membrane del frutto disidratato del pompelmo. Abbiamo bioflavonoidi, vitamine A, C, E, selenio e zinco. I risultati delle ricerche sono incoraggianti. Essi indicano che l’estratto dei semi di pompelmo agisce su centinaia di ceppi di batteri, virus, e funghi.

Erisimo o erba dei cantanti

L’erisimo trova molti impieghi in fitoterapia. Ciò per le attività benefiche che svolge nei confronti dell’apparato respiratorio. Pertanto, questa pianta risulta particolarmente utile in caso di affezioni delle vie aeree. L’erisimo possiede proprietà espettoranti, mucolitiche, emollienti e trofiche per la mucosa dell’apparato respiratorio. Quindi, può essere utile per alleviare le infiammazioni della gola. L’erismo è utile per afonia, raucedine, laringiti, faringiti e tracheiti. Calma le irritazioni delle prime vie aeree, come tosse, influenza e raffreddore. Non dimentichiamo l’ucaria. Si tratta di una pianta che vede il suo principale impiego nel trattamento delle malattie da raffreddamento delle prime vie aeree. Essa stimola il sistema immunitario, quindi armiamoci.

Rafforzare le difese immunitarie con metodi naturali ultima modifica: 2020-03-11T09:00:00+01:00 da Simona Aiuti
To Top