Schioppo monumento naturale? Ha tutte le carte in regola - itFrosinone

itFrosinone

LUOGHI DI RITROVO NATURA

Schioppo monumento naturale? Ha tutte le carte in regola

Schioppo monumento naturale - Cascatella al tramonto

Schioppo monumento naturale? Forse la strada per arrivarci potrebbe non essere tanto lunga. Inoltre lo Schioppo sul Cosa di Frosinone, come “cascatella” se è piccolo per essere monumento naturale; si può estendere a buona parte del fiume. Si stanno raccogliendo le firme e i risultati non si fanno attendere. Nel frattempo, Schioppo Bene Comune ha ottenuto il finanziamento nell’ambito dell’avviso pubblico dei contratti di fiume delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi. Un progetto finanziato dalla Regione Lazio.

Schioppo monumento naturale

Lo si potrebbe fare, poiché la zona è anche importante dal punto di vista storico e archeologico. Insomma, tanto ha tuonato che infine è piovuto. Per arrivare a questo punto, dobbiamo però ricordarci, di quando anni fa, Luciano Bracaglia e i suoi #Lucianobracagliaboys; andavano in giro per la città a salvaguardare qual tratto o quest’altro.

Schioppo monumento naturale - Oasi Naturale Di Frosinone in centro

Tanti lo consideravano un Don Chisciotte intento a combattere contro i mulini a vento. Eppure a quel Don Chisciotte, infine ha sorriso la bella “Dulcinea”. L’attenzione per la cura del verde, la voglia di rendere pulita, bella e fruibile la città ha contagiato molti tra noi. I #Lucianobracagliaboys non hanno un “Ronzinante” da cavalcare, ma decespugliatori, sacchi dell’immondizia da riempire e tutto ciò che serve per ripulire le aree verdi. Va sottolineato che l’area che ci interessa, riguarda nel giro di poche decine o centinai di metri, un’area archeologica interessante.

Schioppo monumento naturale e fiume Cosa

Siamo nella zona in cui c’è l’anfiteatro romano di Frosinone, dove sono emersi vari reperti archeologici d’epoca imperiale. A due passi, in Via San Giuseppe, è emerso un mosaico d’epoca romana che riguarda un impianto termale, proprio a ridosso del fiume Cosa. Ragion per cui, l’idea di “consacrare” e “cristallizzare” la zona a monumento naturale è più che ragionevole. Per la precisione, sono denominati monumenti naturali, quelle aree caratterizzate da un elemento naturale o culturale di elevato valore o unico per la sua rarità intrinseca.

Schioppo monumento naturale - Mosaico di Suonatore Di Corno
Mosaico sul Cosa a poche centinaia di metri dello Schioppo

Nello specifico, s’intende un valore rappresentativo di qualità estetiche o di elevato significato culturale. Come si direbbe oggi “ ci stiamo dentro”. Inoltre, per la selezione di un monumento naturale si seguono un criterio di pregio dell’elemento individuato e un criterio di superficie; che deve essere sufficiente per proteggere l’integrità del sito. Vari esempi includono cascate, grotte, crateri, giacimenti fossili, siti faunistici quali le garzaie.

Area archeologica di Frosinone

Inoltre, le caratteristiche culturali, cosa che ci interessa molto da visino, possono includere i siti archeologici, o siti naturali che hanno significato per le tradizioni e culture popolari, proprio come nel nostro caso.  Lo Schioppo e la zona che lo circonda, racchiude tutte queste caratteristiche. Infine, in Italia, lo Stato demanda alle Regioni la tutela e la selezione delle aree protette; tra cui i monumenti naturali.

Schioppo monumento naturale -  foto Dello Schioppo in piena

Auspichiamo quindi che il progetto promosso da tanti cittadini di Frosinone, cresca e trovi sempre più appoggio nella classe politica; sensibile al verde, e alla salvaguardia della storia e delle tradizioni ciociare più sentite. Orbene, riguardo i monumenti naturali, la Legge quadro 394 del 1991, chiamata anche legge Moschini, al comma 8 dell’art. 2 recita: “la classificazione e l’istituzione dei parchi e delle riserve naturali di interesse regionale e locale sono effettuate dalle Regioni”. Siamo certi che Don Chisciotte questa volta vincerà la battaglia.

Raccolta firme per la salvaguardia del verde

Si stanno raccogliendo le firme per questa lodevole iniziativa, che ci sentiamo di sposare appieno. Non importa quando e dove, tuttavia è importante firmare per valorizzare i nostri tesori locali, ovunque si trovino. I #lucianobracagliaboys e certamente anche le “girls”; stanno ottenendo ottimi risultati. L’Oasi dentro la città non è più un miraggio. Intanto, il progetto della Regione Lazio coinvolgerà diversi istituti scolastici attraverso incontri didattici e visite guidate allo Schioppo per sensibilizzare alle tematiche ambientali e senso di appartenenza al proprio territorio. Ringraziamo tutte le associazioni: Coordinamento Schioppo Bene Comune che è formato dalle associazioni: Frosinone Bella e Brutta, Rigenesi, Zerotremilacento, Ci vediamo in Provincia, Legambiente Circolo Il Cigno di Frosinone. Questa la petizione dove poter firmare. Un plauso va alle nuove leve, ovvero tante ragazze e ragazzi, il vulnus ciociaro, che si sta facendo onore, amando e tutelando il “bene comune”.

Schioppo monumento naturale? Ha tutte le carte in regola ultima modifica: 2021-05-24T08:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x