CULTURA TRADIZIONI

Tintura Imperiale, un elisir dalle tante proprietà benefiche

Cropped Tintura Imperiale.jpg

Già in passato ci è capitato di parlare di un’eccellenza del nostro territorio quale l’Abbazia di Casamari. In quest’occasione, però, vorremmo concentrarci su un prodotto unico nel suo genere, realizzato dai monaci che lì risiedono: la tintura imperiale. Gabriele D’Annunzio, cultore di simili bevande, così la descriveva: “Essenza tra il mistrà e l’assenzio con altri succhi medicinali, squisitissima… poche gocce bastano a trasformare un bicchiere d’acqua in una specie di opale paradisiaca“.

Storia e caratteristiche della Tintura Imperiale

La tintura imperiale (o Gocce Imperiali) è un distillato d’erbe prodotto dai monaci cistercensi in più zone d’Italia. Oltre a Casamari, è possibile trovarla nelle Abbazie di Piona, di Chiaravalle e di Monte Oliveto Maggiore, per citarne alcune. L’inventore, molto probabilmente, fu un monaco di Casamari di nome Eutimio Zanuccoli che la mise a punto nel 1766. All’interno della badia solo un monaco ne conosce la ricetta che poi viene tramandata al fratello più giovane che prenderà il suo posto.

Tintura Imperiale
Zafferano che dà il tipico colore giallo alla Tintura Imperiale – Fonte: it.wikipedia.org

Gli ingredienti che la compongono sono alcool, acqua, erbe, aromi naturali e lo zafferano, il quale gli conferisce il colore giallo caratteristico. Ha una gradazione di 90%vol, motivo per cui è preferibile consumarla diluita. In caso contrario, il rischio è di causare lesioni ed irritazioni pericolose per la salute.

Proprietà ed utilizzo della Tintura Imperiale

Il suo gusto d’anice rende questa bevanda perfetta per favorire la digestione e placare l’imbarazzo di stomaco prodotto dai mezzi di trasporto. È molto piacevole da bere anche solo per dissetarsi. In entrambi i casi è sufficiente diluire un cucchiaino di Gocce Imperiali in un bicchiere d’acqua per avere una bevanda piacevole da sorseggiare. In più, per chi vuole, è possibile usare poche gocce nel caffè, nel tè o nel latte per dare un sapore più aromatico.

Tintura imperiale
Al gusto, la Tintura Imperiale ha un sapore di anice – Fonte: wiki.cucchiaio.it

Ma le sue proprietà non si limitano solo a questo. La Tintura aiuta anche a preservare l’igiene orale, prevenendo l’insorgere di carie e disinfettando il palato. In caso di mal di denti è sufficiente utilizzare poche gocce su un batuffolo d’ovatta per lenire il dolore. In ultimo, in caso di forte raffreddore è possibile liberare le vie respiratore aspirando profondamente la soluzione dalle narici.

Dove e come acquistarlo

Come detto, si tratta di un prodotto realizzato dai monaci, quindi un modo per acquistarlo è sicuramente quello di recarsi presso le Abbazie citate. Una ottima occasione non solo per gli acquisti, ma anche per visitare dei bellissimi siti religiosi dalla lunga storia. Nel caso si fosse impossibilitati ad andare di persona, ci sono anche alcuni negozi specializzati in cui è possibile reperirli.

Tintura Imperiale
Abbazia di Casamari dall’alto dove si produce e vende la Tintura Imperiale

Un modo più semplice e veloce è sicuramente quello offerto da internet. Molti siti, tra cui quello dell’Abbazia di Casamari, danno la possibilità di acquistare questo come altri prodotti con un semplice click. La Tintura è disponibile in vari formati: 3 cl, 10 cl, 20 cl e 50 cl. All’interno del catalogo è possibile trovare anche altri liquori e distillati realizzati a Casamari: genziana, elixir di S. Bartolomeo, nocino, liquirizia, rosolio di caffè e tanti altri ancora.

Curiosità

La Tintura Imperiale è un prodotto di nicchia, poco conosciuto ed uno dei più alcolici tra quelli prodotti dai monaci. Un altro esempio più famoso e altrettanto potente è l’Elixir della Chartreuse. A realizzarlo i padri certosini dal 1605 circa ed è composto da 130 piante aromatiche e medicinali al 69%vol. Si assume in poche gocce su una zolletta di zucchero o in acqua calda con miele e limone o ancora nelle tisane. Come nel caso della Tintura, anche l’Elixir favorisce la digestione e in più aiuta a vincere la stanchezza e a rimettersi in forma.

Martina Shalipour Jafari

Autore: Martina Shalipour Jafari

Il mio nome è Martina e sono una giovane giornalista italo-iraniana. La mia passione più grande è la lettura: Faletti, Tolkien, Austen e Orwell sono i miei pilastri. Nel tempo libero mi piace passeggiare ed occuparmi dei miei amici a quattro zampe.
Tintura Imperiale, un elisir dalle tante proprietà benefiche ultima modifica: 2019-09-04T09:00:47+02:00 da Martina Shalipour Jafari

Commenti

To Top