itFrosinone

EDIFICI STORICI MONUMENTI

Tomba Sant’Angelo romana di Frosinone riemerge dal passato

tomba Sant'Angelo

La tomba Sant’Angelo di Frosinone è uno dei rari monumenti d’epoca romana; presente e ancora visibile sul territorio ciociaro. Tale reperto prende il nome dalla zona in cui si trova; non molto distante dal centro abitato, tra Via Ferrarelle e Via del Colle. Caduta nell’oblio totale nei secoli passati, è riemersa in epoca relativamente recente. Tra la fitta vegetazione intorno agli anni venti del novecento, il sepolcro venne alla luce in uno stato di conservazione non proprio ottimale.

Restauro della tomba Sant’Angelo romana

Disposto l’esproprio della tomba Sant’Angelo nel suo sito, e anche il necessario restauro eseguito nei primi anni trenta; si realizzò un piano di recupero conservativo anche dell’area circostante per consentire l’accesso del pubblico. In seguito il monumento restò di nuovo abbandonato nell’incuria, rischiando anche la demolizione da parte del Comune; tuttavia mai eseguita grazie all’importante e provvidenziale vincolo di salvaguardia.

la tomba sant'Angelo - Tomba antica

La tomba Sant’angelo , con pianta pressoché quadrata (5,20 x 4,75 m.), costruita inmateriale laterizio è sovrastata da una volta a crociera (5 m. di altezza).

Struttura del sepolcro

Si tratta di una tipicità dell’architettura romana, che sovrasta ambienti a pianta quadrata e scarica l’intero peso sui quattro angoli; quindi rientra nella serie dei sepolcri romani cosiddetti “a camera” o “a celle”. Una tipologia di costruzione diffusa a partire dal II secolo. d.C. Si accede alla tomba dal lato sud della struttura, dove si è conservata la soglia d’ingresso con l’architrave in blocchi di calcare. Sulla facciata, proprio sopra l’ingresso, si aprono due strette aperture, tra cui doveva esserci sicuramente l’iscrizione con il nome del defunto. Della scritta  sopravvive soltanto traccia nella muratura, ottenuta con mattoni cotti nelle fornaci. I tipici laterizi romani sono di forma rettangolare, presenti ovunque nelle vestigia romane. All’interno della tomba la cortina muraria è ben conservata, e rimangono ben visibili anche i fori lasciati dall’impalcatura lignea utilizzata per erigere il monumento funerario.

tomba sant'Angelo - La Tomba S Angelo in una foto in bianco e nero

foto del sito archeologico

Sempre all’interno della struttura, gli intonaci con alcune tracce di colore sono in parte d’epoca medievale, periodo in cui il monumento fu usato come luogo di culto. Quindi già allora, la tomba era stata aperta, e spogliata dai corredi funerari che adornavano sempre le tombe e le sepolture romane; poste generalmente appena fuori dalle città o lungo le vie consolari. La tomba Sant’Angelo di Frosinone rientra nella serie dei sepolcri romani cosiddetti “a camera” o “a celle”; il tipo di costruzione più diffusa a Roma; possiamo vederlo nella necropoli sotto San Pietro in Vaticano e anche a Ostia antica.

tomba romana Sant’Angelo tra passato e presente

La tomba romana frusinate, può essere facilmente attribuibile a una famiglia di ceto piuttosto elevato; il cui fine era, come da tradizione consolidata, quello non solo di tramandare il ricordo del defunto. Era costume dimostrare le ricchezze della famiglia stessa, esibendo al contempo sia il rispetto per il caro estinto, sia le ricchezze di cui si disponeva. Sulla Tomba sono state fatte importanti opere di recupero e, nonostante il normale decadimento dovuto all’incuria che nel passato ha interessato il sepolcro. Esso oggi è visitabile dal pubblico senza alcuna difficoltà; grazie ad un percorso visibile.

tomba Sant'Angelo

affreschi tombe etrusche

Per chi desidera recarsi in prossimità della tomba, essa non è subito individuabile, poiché resta un po’ celata dalla vegetazione che le fa da sipario. Molte sono le tracce e le vestigia lasciate dai romani a Frosinone, accertate dai tanti reperti archeologici, molti dei quali sono ancora da scoprire; fatto imprescindibile per ricostruire un tassello dopo l’altro, la memoria storica dell’antica Frusino; e unire a quelli che abbiamo, i necessari e imprescindibili anelli mancanti.

Tomba Sant’Angelo romana di Frosinone riemerge dal passato ultima modifica: 2021-03-23T09:00:00+01:00 da Redazione

Commenti

To Top