itFrosinone

ITINERARI NATURA

Trekking sul monte Meta, in lockdown prepariamo gita e zaino

Trekking sul monte Meta - Trekking e Ragazza sulla cima

Trekking sul monte Meta, perché no? Tra un po’, potremo chiamare gli amici per una gita e fare di nuovo trekking, e allora tracciamo con un pennarello un bel percorso. Facciamoci trovare preparati ai blocchi di partenza dopo queste chiusure. Scacciamo i brutti pensieri e organizziamo tutto al dettaglio. Prepariamo tutto l’equipaggiamento e la seguente è un’idea su dove andare.

Trekking sul monte Meta

Proviamo a partire ad esempio da Prati di Mezzo, lì dove principiano i sentieri per raggiungere diverse cime; e oltrepassare il confine tra Lazio, Abruzzo e Molise. Si tratta di un bellissimo percorso che parte dal territorio di Picinisco. Troveremo bellissimi sentieri per raggiungere diverse cime. Si può arrampicare, sasso dopo sasso, arrivando a toccare il confine tra Lazio, Abruzzo e Molise.

Trekking sul monte Meta - Ragazzo E Mucca distesi

Chi ama arrampicare conosce il monte Meta, e anche chi non l’ha ancora fatto ed è in zona rossa, può segnare su una cartina il percorso; in attesa di mettere di nuovo gli scarponi. Chiudiamo gli occhi e possiamo quasi vedere le tre regioni confinanti. Una volta lì, vedremo anche le tre croci che indicano il versante su cui potremo affacciarci. Prepariamoci correndo nei pressi del nostro quartiere, perché quando si potrà arrampicare, troveremo la salita piuttosto ardua, ma ci ripagherà.

Treking sul monte Meta e Passo dei Monaci

Dopotutto, con i suoi 2242 metri, è la cima più alta del complesso dei monti della Meta. Ci troveremo  nel gruppo dei Marsicani, la catena montuosa che abbraccia i comuni di Picinisco, Alfedena e Pizzone. C’è un sentiero che inizia subito in pendenza, traghettando su una mulattiera che sfocia in un bosco. Camminando, arriviamo su una valle da cui si può vedere un suggestivo colpo d’occhio.

Trekking sul monte Meta - Amici In Arrampicata che ridono insieme

Attenzione ad avere un abbigliamento adeguato e una quantità d’acqua sufficiente. Il sole può essere pericoloso, quindi non dimenticate un cappellino e una crema solare adeguata. In ogni caso, ben presto guadagneremo il Vallone della Meta. Troveremo subito il paesaggio cambiato, e sarà meno rigoglioso. Cammineremo tra rocce carsiche, avendo davanti il Meta. Faremo attenzione anche ai viveri, meglio non salire a stomaco vuoto e molto meglio fare un paio di tappe per dei pasti fugali, ma adeguati.

Picinisco

Nondimeno, prima di salire, ci si potrà fermare per una sosta. Il paesaggio, con aria tersa e rarefatta, sembrerà un po’ lunare e pervaso dal silenzio. Riconoscerete il luogo per via di cumuli di pietre come piccoli coni. Li hanno creati i tanti scalatori passati di là. Quello che vedrete è l’ultimo punto pianeggiante, prima di scalare.

Trekking sul monte Meta - Ragazze Che Fanno Trekking e iniziano a salire

La storia narra che in questo punto, perirono proprio tre monaci, che andavano a Montecassino e a San Vincenzo al Volturno, ma furono travolti dal maltempo. La pendenza non è eccessiva, ma il percorso è abbastanza lungo. Infine si arriva sulla cima. Li ci sono tre croci che identificano i tre versanti. Da lassù non è difficile intravedere Montecassino. Il panorama sul versante laziale affaccia su monti, valli e colori che si armonizzano, rimettendoci in pace con il creato.

Arrampicare in sicurezza

Vedremo il grigio delle rocce, i boschi verdi in lontananza che sembrano bucare il cielo. I versanti abruzzese e molisano in lontananza, mirano verso il grigio. Marroni sfumati e un blu e azzurro con rivoli di nuvole simili a panna ci sovrasteranno il cuore. La fauna lì è libera e padrona del territorio. Si possono avvistare molti tipi di animali, come daini, camosci e tanti piccoli mammiferi. Alcuni accettano cibo e si fanno avvicinare. Si possono fare delle foto fantastiche. Da lassù si osserva cambiare le ore, la luce e anche la percezione del panorama. Dopo una sosta diluita dal silenzio e dalle tante emozioni, sarà dolce la discesa e dopo mesi di “reclusione necessaria”, torneremo a casa rigenerati e più sereni.

L’articolo è stato ispirato da una scalata effettuata e descritta da Giulia Zaccardelli

Trekking sul monte Meta, in lockdown prepariamo gita e zaino ultima modifica: 2021-04-05T08:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

😲👍

¡Muy interesante!

To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x