Uliveti sui Monti Lepini, da far rivivere con gli italo discendenti - itFrosinone

itFrosinone

ASSOCIAZIONI DI EMIGRATI EMIGRAZIONE

Uliveti sui Monti Lepini, da far rivivere con gli italo discendenti

Colline

Uliveti sui Monti Lepini, sì sono una piaga crescente; poiché non solo si perde un pezzo di economia, ma anche di storia e di cultura locale. Eppure i rimedi sono alla nostra portata e forse sotto il nostro naso, basta essere un po’ più intraprendenti. Inoltre nella questione va calcolato il crescente danno ambientale; poiché colline e interi territori abbandonati, diventano preda di incendi e si inselvatichiscono.

Uliveti sui Monti Lepini

Sembra cosa di poco conto e invece è un andazzo gravissimo, che crea un volano di problemi concatenati. Inoltre perdiamo fette di mercato, di cui altri stanno approfittando, come la Spagna ad esempio. Comunque, gli antichi dicevano che la pianura si protegge in collina e in montagna. Se però non c’è nessuno a curare alberi vecchi da tagliare, portando via la legna da ardere; oppure ad occuparsi di sentieri da manutenere o canali da liberare; il rischio a valle è grave.

Uliveti sui Monti Lepini - Bollino dell'associazione

Senza alberi e verde curato, le frane sono solo uno dei problemi; così come i pascoli abusivi. I torrenti ostruiti, gli animali che scendono a valle, sono già una piaga. Ogni comune, dovrebbe promuovere la difesa, la salvaguardia e il veloce risanamento del territorio collinare. Lo sviluppo del territorio e dell’ambiente locale deve essere in cima alla lista. Tuttavia non è così ovunque.

Cittadinanza agli italo discendenti

Vi sono anche paesi virtuosi, ma sono mosche bianche. E’ chiaro che l’Italia è un paese che invecchia e in molti paesi della Ciociaria, come della provincia interna collinare di Latina; sono poco popolati e da anziani. Come dicevo, esistono comuni virtuosi come Vallecorsa; che valorizza i terrazzamenti in pietra e olivetati. E’ anche iscritto nel registro dei paesaggi rurali storici nazionali. Stiamo parlando di una meraviglia che fa parte dei soli 4 paesaggi agricoli al momento riconosciuti dal Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali, ed è unico nel Lazio.

Uliveti sui Monti Lepini - Oliveti al tramonto

Parliamo di un paesaggio agricolo davvero unico al mondo. Mentre a due passi, a Maenza ci sono molti ettari di terreno demaniale che stanno andando a ramengo. Vi sono anche circa 823 ettari di bosco demaniale non sfruttato. Come dicevo, è ovvio che gli anziani non possono più andare avanti con il lavoro, ma altri italiani sì.

Emigranti italiani di ritorno e Uliveti sui Monti Lepini

Sto parlando di italo discendenti, che verrebbero anche domani a lavorare e a mettere su famiglia. Un grande patrimonio millenario si sta sfaldando per incuria; mentre un ente comunale attento, deve sfruttare i mezzi e le opportunità che i “tempi moderni” offrono. Ci sono molte associazioni di italo discendenti e gli enti preposti servono a tale scopo. Infine, l’olio locale nostro ad esempio; è ancora di gran lunga superiore per qualità a quello spagnolo, che ci sta sottraendo fette di mercato. Eppure Manca ancora un progetto concreto, i contatti giusti stabiliti.

Uliveti sui Monti Lepini - Montagna con uliveti

Lo auspichiamo, affinché che portino i giovani che hanno voglia di riabbracciare la terra degli avi e lavorarla. Al momento molti oliveti sono dismessi ogni anno per la scomparsa degli anziani proprietari; e se non ci sarà un’inversione di tendenza, sarà sempre peggio. Molti italo americani sono già qui in Italia per scelta. Hanno comprato casa e stanno lavorando.

Unione Italo Discendenti nel Mondo

Un’idea nuovissima, è stata lanciata da Unione Italo Discendenti nel Mondo (UID); che vuole “unire tutti gli italo discendenti nel mondo in una associazione che sviluppi la cultura italiana nel mondo; e supporti tutti gli italo discendenti che vogliano stabilire un contatto con l’Italia“.  Il progetto ha come soggetto principale il borgo, la lotta allo spopolamento; e come destinatari i discendenti degli italiani.

logo - logo di io torno in Italia

Lo scopo è di far tornare nelle case i nipoti, pronipoti di coloro che se ne andarono per cercare fortuna lontano dalla loro terra. Sono stati selezionati o sono in via di selezione circa 15 dei candidati che hanno scritto alla UID; i quali dovranno garantire un soggiorno di sei mesi. Ciò implica corsi di italiano e la Unical s’incaricherà di valutare la conversione dei titoli di studi stranieri. Lo spopolamento riguarda tante regioni, perché le nuove generazioni non vogliono più vivere in montagna.

© Riproduzione riservata

Uliveti sui Monti Lepini, da far rivivere con gli italo discendenti ultima modifica: 2022-07-18T07:00:00+02:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x