Frosinone alla ribalta nazionale, la Ciociaria risponde e non le manda a dire - itFrosinone

itFrosinone

CHIESE VALORI

Frosinone alla ribalta nazionale, la Ciociaria risponde e non le manda a dire

Frosinone alla ribalta nazionale - Lente D'ingrandimento

Frosinone alla ribalta nazionale, una realtà che scuote, ma che non svela tutto. Le forze dell’ordine corrono ai ripari e lo fanno con i mezzi che hanno, pochi e le fragilità emergono. La Chiesa aiuta? Non se ne ha la percezione.

Frosinone alla ribalta nazionale

Da parte di molta stampa si pone l’accento sulla criminalità che dilagherebbe, evidenziandosi in un’analisi carente del “vulnus” principale, insomma senza centrare il bersaglio. La Ciociaria è fragile, poiché consta di una popolazione che invecchia molto velocemente. I giovani sono pochi, il calo demografico è evidente e l’emorragia di giovani che “scappano” è inarrestabile. Si cerca una vita migliore, stipendi più alti e possibilità di vivere in “sicurezza”.

Frosinone alla ribalta nazionale - Guardie E Ladri

In linea con la tendenza nazionale, le fasce d’età più giovani rappresentano i gruppi meno numerosi, sia in ciociara in generale che a Frosinone in particolare. Sotto le duemila unità, infatti, le fasce da 0 a 4 anni, da 5 a 9, da 10 a 14 e da 15 a 19. Quella più popolosa è quella tra i 55 e i 59 anni. I dati rendono l’idea ed è facile fare “carne di porco” di chi resta ed è esposto.

Calo demografico

Nascono pochi bambini e la maggior parte delle famiglie di Frosinone, infatti, ha un solo componente. I nuclei familiari se così possiamo definirli, sono 7.931, mentre sono 5.143 quelle con due componenti. Chi credete che prenderà il posto di chi fugge? Chi credete che sta occupando case e alloggi, sfruttando la proprietà privata, con allacci abusivi e paga pantalone? Gli sgomberi sono timidi. Un altro elemento base di questa situazione di degrado arriva dalla cultura “popolare trash” che imperversa e che pochi davvero avversano, come l’ultimo dei moicani, l’onorevole Francesco Emilio Borrelli.

Frosinone alla ribalta nazionale - Ladro in foto

Lui dal suo Instagram ogni giorno denuncia il degrado culturale di gente di estrazione bassa che guarda languida al mondo della malavita. Musica neomelodica che da tempo ha sfondato il confine verso la Regione Lazio, feste trash, e i piccoli delinquenti in erba, si pavoneggiano imitando i grandi boss.

Onorevole Francesco Emilio Borrelli – Frosinone alla ribalta nazionale

La Ciociaria non può reggere la fiumana di “non autoctoni” che si stanno installando nel territorio. La Chiesa ci aiuta? Al riguardo credo sia piuttosto spericolato, incoraggiare periodicamente i fedeli, brandendo il pastorale, ad accogliere in modo indiscriminato chiunque arrivi “su queste sponde”. E’ incontrovertibile, dati alla mano che la Ciociaria non è più in grado per le fragilità che mostra, di accogliere richiedenti asilo, extracomunitari e ritrovarsi con i conseguenti ricongiungimenti familiari, “sotto stress o attacco demografico”.

Frosinone alla ribalta nazionale - Vescovo

Chi incoraggia un’accoglienza “a strascico”, si sposta con l’autista, mentre le persone anziane che in buona parte popolano il territorio, non possono muoversi in sicurezza tra spaccio di droga, bande armate, risse e affini. Incoraggiare come in mantra ad dare accoglienza, significa mettere in pericolo la popolazione e i fatti lo confermano. Gli italiani continuano a dare l’8×1000 e sapete dove finiscono i soldi?

Chiese vuote

Le chiese italiane cadono a pezzi, ma il denaro finisce all’estero. Molte chiese sono vuote, perché i cattolici non sono più connessi con questo “trend”. I fedeli si sentono invisibili, ignorati, depredati e chiedono un cambio di passo. La Ciociaria è satura, chiede non solo controlli, ma rimpatri, sicurezza e di riappropriarsi della propria identità.

Frosinone alla ribalta nazionale, la Ciociaria risponde e non le manda a dire ultima modifica: 2024-03-11T12:04:53+01:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x