Carlo Guglielmi poeta frusinate, personalità di spicco tra le pieghe storiche della Repubblica Romana del ‘49 - itFrosinone

itFrosinone

STORIA VALORI

Carlo Guglielmi poeta frusinate, personalità di spicco tra le pieghe storiche della Repubblica Romana del ‘49

Carlo Guglielmi - Innamorati e Repubblica romana

Carlo Guglielmi poeta, nasce a Frosinone  negli anni 20 dell’800, da Guglielmo Guglielmi e da Maria Carolina Renna.

Carlo Guglielmi

La madre aveva sposato il Guglielmi che era rimasto vedovo della prima moglie Elisabetta dei marchesi Ferrari. Si sa poco di lui, un po’ nascosto tra le coltri polverose della storia tra cui si sono fatte largo altre personalità di maggior spicco. Eppure anch’egli, liberale, fu eroe in un momento importantissimo della storia d’Italia, a cui i ciociari hanno dato quindi moltissimo. La “meglio gioventù frusinate” del tempo, più colta e certamente di estrazione medio alta, non “tirò indietro la gamba”, evocando un linguaggio calcistico.

Carlo Guglielmi - Foto Di Repubblica Romana fr

Come tra l’altro Angeloni, Carlo Guglielmi fu eroe frusinate della Repubblica Romana del 1849 e per gli ideali di libertà, investì tutta la vita. Al riguardo, sappiamo che dopo un’infanzia tutt’altro che felice per la perdita, dei genitori, aderì proprio all’ideale liberale repubblicano. Non era “dormiente” il clima frusinate, anzi, mettendo insieme il mosaico, viene fuori un ambiente fervido, di gran fermento.

La Repubblica Romana

Fu allora che, tra corsi e ricorsi storici, con la salita al soglio pontificio di Pio IX, Carlo Gugliemi, ebbe il conferimento del comando della Guardia Civica di Frosinone, con il grado di capitano. E sempre come capitano, a capo della prima compagnia del Battaglione Campano, organizzato dal fratellastro Giampietro, andò al fronte il 4 maggio del 1848, al battesimo del fuoco al fronte. Lo stato della Chiesa era in grave difficoltà contro l’Austria, e stava inviando in prima linea, alcuni reparti dell’esercito.

Carlo Guglielmi - Garibaldini all'assalto

Eravamo nel bel mezzo della prima guerra d’indipendenza e niente sarebbe stato più come prima. Molte monarchie e anche lo Stato Pontificio erano in declino. Del resto poi con la fuga di Pio IX a Gaeta e la successiva proclamazione della Repubblica Romana, tutto cambiò. Anche Carlo Gugliemi si precipitò a Roma con grande coraggio per dare il suo contributo militare.

Pio IX

In quei momenti concitati e importanti per ciò che avrebbero significato per il futuro, il fratellastro Giampietro stava vivendo la sua elezione come deputato alla Costituente Romana. In ogni caso, Guglielmi combatté sempre con il suo grado di capitano, tra i soldati che guerreggiavano con Garibaldi. Volavano schioppettate e palle di cannone da parte dei francesi che terrorizzavano la popolazione. Così, un giorno maledetto, al Casino del Vascello presso Porta S. Pancrazio Guglielmi il 30 giugno 1849 fu gravemente ferito.

Carlo guglielmi - Copertina di libro

La battaglia imperversava, mentre le donne strappavano la biancheria per fare delle bende e si amputavano arti senza troppi medicinali a disposizione. Guglielmi però, si rifiutò di farsi amputare la gamba colpita. Temeva che amputato, non avrebbe potuto più combattere. Ahimè però, la gamba andò in cancrena. Sopraggiunse una terribile agonia, e una dolorosissima e lenta morte. Negli stessi giorni toccò pressappoco la stessa sorte a Goffredo Mameli.

Carlo Guglielmi – eroi frusinati

Forse non lo sapevano o non ne avevano piena consapevolezza, ma stavano facendo la storia, la nostra. In quei terribili momenti di delirio, con la fronte imperlata di sudore e le bende che rosseggiavano del so sangue, mescolato a odori terribili, assistettero nell’agonia Guglielmi, quelli che gli erano più cari, ovvero i suoi amici Pietro Roncalli di Perugia, Camillo Lattanzi di Trivigliano e suo nipote. Infine il figlio del fratellastro Giampietro, Domenico Antonio Guglielmi di Frosinone. La Repubblica Romana durò un battito di ciglia, ma era stata come un seme che infine sbocciò, dove oggi sventola il tricolore.

Carlo Guglielmi poeta frusinate, personalità di spicco tra le pieghe storiche della Repubblica Romana del ‘49 ultima modifica: 2024-02-22T07:00:00+01:00 da Redazione

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x