I FRUSINATI RACCONTANO FROSINONE

itFrosinone

pubbliredazionale COSA FARE PASSEGGIANDO

Castro dei Volsci, il balcone della Ciociaria

Castro Dei Volsci - il balcone della Ciociaria
Articolo promozionale

Castro dei Volsci, un paese che bisogna visitare almeno una volta nella vita! Abbarbicato su un cocuzzolo, Castro, circondato dal verde, è affacciato sulla Valle del Sacco. Così si presenta il paese di circa cinquemila abitanti in Ciociaria, nel Lazio, in provincia di Frosinone.

Castro dei Volsci

A circa cento Kim da Roma, Castro dei Volsci è detto “il balcone della Ciociaria”. Ci troviamo in un territorio ricco di storia. Le colline sono caratterizzate da terrazzamenti, con una lunga tradizione agricola. La storia di Castro dei Volsci comincia nella preistoria, poi la dominazione romana, e il ricco Medioevo.

Castro dei Volsci - Castro e i vicoli

Tra corsi e ricorsi storici, quest’area ad un certo punto, costituì il confine tra lo Stato Pontificio e il Regno di Napoli. Castro era un paese fortificato che i Papi dovevano mantenere saldo. Dai primi anni del Quattrocento, s’insediò la famiglia Colonna, che mantenne il potere fino alla fine del Settecento. Oggi le testimonianze di quel passato si concentrano nella parte alta di Castro dei Volsci; sul colle che è il nucleo originario, circondato ancora dalle mura, ancora dotate delle quattro porte d’accesso.

Castro dei Volsci e la storia

Esse immettono i visitatori tra le viuzze pittoresche del borgo antico. Tutto si è sviluppato accanto all’antico monastero di San Nicola; fondato dai Benedettini intorno all’anno Mille, ancora visitabile coi suoi incantevoli affreschi medievali, raffiguranti  scene del Vecchio e del Nuovo Testamento.

Castro dei Volsci - Donna Con Abito Tipico Ciociaro

Altre chiese da segnalare sono quella di S.Oliva, del dodicesimo Secolo; la chiesa della Madonna del Piano, sorta sui luoghi in cui nell’anno 1100. Se avete il tempo per una visita più attenta, imperdibile è il Museo Civico Archeologico, aperto dal martedì al Sabato (chiuso giovedì pomeriggio); visitabile alla domenica su prenotazione (Tel. 0775-686829). Le 8 sale spaziano dalla Preistoria all’Alto Medioevo, con un’interessante sezione numismatica. Ma l’attrattiva più grande è rappresentata dal borgo stesso, con i suoi vicoli stretti, e gli scorci in cui sembra che il tempo si sia fermato. Ogni tanto si svela il paesaggio tutt’intorno con la vallata.

Il balcone della Ciociaria

Passeggiando, s’incontrano botteghe artigiane e locali caratteristici. Dall’alto del suo sperone roccioso Castro, regala un panorama davvero vertiginoso sulla valle sottostante. Nei giorni più limpidi e pieni di sole il panorama si allunga per molti chilometri; da Palestrina a Monte Cassino.

Castro Vicoli - una viuzza del borgo

Un’escursione raccomandabile è quella che conduce alle Grotte di Pastena, che si trovano a pochi km. Ci troviamo in un borgo tranquillo, certo, ma a Castro dei Volsci gli eventi non mancano e vale la pena visitarlo. Tra gli appuntamenti più attesi c’è quello natalizio. Dalla vigilia di Natale all’Epifania, c’è un presepe unico in Italia. Tutto il borgo si trasforma in Presepe, e il paese intero: gli abitanti, e per l’occasione, si cimentano negli antichi mestieri lungo le strade, nelle piazze e all’interno delle botteghe, appositamente allestite. Per illuminare il centro si accendono tante fiaccole, che rendono ancora più suggestiva l’ambientazione.

Cucina Ciociara

In autunno, ovvero nella seconda settimana di ottobre, si svolge il Festival Internazionale di cortometraggio, “Per un pugno di corti”. Nei dintorni, ci sono trattorie, ristorantini e osterie accoglienti; in cui gustare qualche piatto tipico della zona. La cucina spazia dai tonnarelli alla ciociara, ovvero spaghettoni conditi con pomodoro, peperone e olive, mentre i “fini-fini” sono un’altra delizia. Da provare le sagne e fagioli condite con fagioli e cotiche, oppure la polenta con la salsiccia e i broccoli. In ogni locale si offrono le ciambellette al vino, magari intinte in vino locale. Per raggiungere Castro dei Volsci in auto si percorre l’autostrada A1 nel tratto Roma-Napoli: chi viene da Napoli deve uscire a Ceprano, mentre venendo da Roma si esce a Frosinone. In alternativa si può arrivare in treno: la stazione ferroviaria di Castro-Pofi-Vallecorsa è sulla linea Roma-Napoli via Cassino.

Fonte foto – Pro loco Castro dei Volsci – pag. uff. Facebook

Castro dei Volsci, il balcone della Ciociaria ultima modifica: 2020-08-08T06:00:00+02:00 da Redazione
To Top